martedì, 18 dicembre 2018

Una borsa di studio per rilanciare i quattro comuni colpiti dal sisma

Il ‘Popolo dei Terremotati’, espressione del Coordinamento Nazionale Alluvionati e Terremotati Italiani della Associazione Europa Cultura, in simbiosi con Italia nel Cuore ed in collaborazione con Italia Incoming Aps ha proposto al Comitato Organizzatore i quattro comuni del ‘cratere’ colpiti dal disastroso sisma del 24 agosto 2016 quali ‘Simbolo della Rinascita e della Borsa del Turismo del Centro Italia – Expo-Village’ che si terrà a San Benedetto del Tronto dal 24 agosto al 2 settembre. La kermesse internazionale della Borsa del Turismo del Centro Italia, cerca di dare linfa vitale a Progetti Unitari di rilancio per l’economia dei 131 comuni facenti parte del Cratere del terremoto del 2016.

“A due anni di distanza poco è stato realizzato e concluso – afferma Paola Meli, presidente dell’Associazione Europa Cultura – si è tanto citato ad esempio il mio Friuli come sprono alla ricostruzione ma non si vedono ancora i risultati. L’intero Popolo dei Terremotati – prosegue – assieme al Coordinamento degli oltre 130 Comitati dell’Italia Centrale saranno presenti a San Benedetto del Tronto nei due Convegni da noi promossi e curati all’interno dell’Expo Village. Abbiamo proposto di nominare i quattro Comuni quali simbolo e destinatari di altrettanti progetti unitari che chiederemo di formalizzare e sostenere per la rivitalizzazione economica e sociale anche dell’intera area del cratere coinvolto dal progetto M.U.L.A. (Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo)”. Nei due convegni del 24 agosto e dell’1 settembre, saranno presenti oltre ai Comitati terremotati, numerose personalità del mondo economico, professionale e politico, per dare concretezza e trovare le risorse ai progetti unitari, nell’ottica di incentivazione e sostegno dell’occupazione giovanile e imprenditoriale qualificata e certificata. Saranno trattati temi legati alla sicurezza, alla ricostruzione e alle modalità di reperimento dei fondi necessari al rilancio del Turismo come risorsa per le attività delle quattro regioni.

News Correlate