venerdì, 22 settembre 2017

Paestum, una raccolta fondi per il restauro del tempio di Athena

Una raccolta fondi per finanziare il restauro del tempio di Athena a Paestum. L’Athenaion fa parte del complesso di monumenti unico al mondo del Parco Archeologico di Paestum e rappresenta il cosiddetto Santuario Settentrionale della città antica.

L’intervento di manutenzione prevede una prima fase di analisi sul monumento, sui restauri precedenti, sugli aspetti strutturali, analisi geologica e geotecnica, petrografica e delle alterazioni biologiche presenti sulle superfici. Nella seconda fase si procede alla mappatura della superficie lapidea, alla sua pulizia ed alla stuccatura di fessurazioni e cavità per ricomporre l’omogeneità della superficie e inibire l’ingresso di acqua e polveri.
L’ultima fase prevede il monitoraggio, le analisi monografiche, chimiche e del degrado della microflora.
Secondo i tecnici del Mibact l’importo necessario è pari a 60mila euro per un intervento “di pronto soccorso”. Intanto, è già arrivato il primo contributo da privati da parte del Caseificio Barlotti.
“I problemi da affrontare sono vari – spiega il direttore del Parco Gabriel Zuchtriegel – Da un lato dobbiamo combattere il cosiddetto biodegrado, ovvero la crescita di piante sulle pietre che, con le loro radici, minacciano il monumento. Inoltre c’è una peculiarità che già nel ‘700 aveva suscitato le critiche di Gianbattista Piranesi: l’uso di due tipi di pietra, travertino e arenaria. L’arenaria, usata nel fregio che corre sopra le colonne, è molto friabile e tende a polverizzarsi, mettendo a rischio l’intera struttura. I restauratori devono intervenire per stabilizzarla”.

News Correlate