giovedì, 13 dicembre 2018

A Roma full immersion sulla Corea tra spettacoli e arte

Si aprirà all’insegna della musica la ‘Korea Week’, settimana di eventi gratuiti che si tiene a Roma dal 27 novembre al 2 dicembre e che coinvolgerà musicisti tradizionali e non, ballerini e persino marionette coreane. Tutto alla scoperta di uno dei più affascinanti paesi dell’Estremo Oriente.

La kermesse, promossa dell’Ambasciata Coreana, è coordinata dall’Istituto Culturale Coreano che ha organizzato un calendario di eventi gratuiti e non, tutti all’insegna dell’arte coreana.

“L’Istituto Culturale Coreano – commenta Soo Myoung Lee, direttore dell’Istituto Culturale Coreano – è un luogo per presentare al pubblico italiano la cultura coreana, ma allo stesso tempo è anche un luogo tramite il quale desideriamo creare armonia con la cultura italiana. Il senso profondo della Korea Week è proprio questo: non solo presentare i nostri artisti, ma un modo in cui i nostri due Paesi possano conoscersi, entrare in sintonia e divenire pionieri di una nuova cultura”.

Gli spettacoli previsti della Korea Week sono all’insegna dell’arte coreana più raffinata.

Martedì 27 novembre, sarà Teatro Torlonia (via Lazzaro Spallanzani 1A) ad ospitare le performance dedicate alla tradizione coreana (K-TRADITIONAL): percussioni, danze tradizionali, esecuzione Haegeum (violino tradizionale coreano), Geomungo (strumento a corda tradizionale) e tante altre esibizioni di strumenti coreani.

Riflettori puntati, mercoledì 28 novembre, sulla musica coreana: ancora al teatro Torlonia, il K-JAZZ segnerà l’incontro tra il tradizionale e il moderno, tra l’Oriente e l’Occidente. A partire dalle ore 19 si esibirà il gruppo Barim nel concerto ‘Notte di Jazz’.

Per conoscere la K-ART all’Istituto Culturale Coreano, in Via Nomentana 12 sarà inaugurata giovedì 29 novembre la mostra ‘Un giorno di vento’, incisioni in legno su carta Hanji dell’artista Lee ChulSoo. La mostra si chiuderà il 28 dicembre.

News Correlate