mercoledì, 18 ottobre 2017

Navi Costa più sicure grazie al centro controllo digitale

“Carnival Maritime è il cuore della nostra azienda: è il centro d’eccellenza che controlla tutte le 26 navi del Gruppo Costa tutti i giorni 24 ore su 24, con due operatori sempre in linea a supporto della nave. Il nostro obiettivo è quello di offrire e di raggiungere gli standard di sicurezza che oggi troviamo nell’industria aeronautica”. Ad affermarlo Neil Palomba, dg di Costa Crociere, presentando ad Amburgo ‘Carnival Maritime’, unità operativa marittima del Gruppo Costa. La struttura è stata fondata nel 2015, impiega 150 specialisti e punta a introdurre una tecnologia totalmente digitale per il controllo navale che possa diventare lo standard per tutto il comparto crocieristico.

“Siamo molto orgogliosi di poter dire che siamo i primi ad aver lanciato un centro d’eccellenza all’avanguardia come Carnival Maritime – ha spiegato Palomba – e siamo certi che le altre compagnie ci seguiranno”.   

Cuore del Carnival Maritime è il Fleet Operation Center (Foc), centro di controllo digitale a supporto di tutte le navi da crociera Costa 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con 14 ufficiali dedicati. Il Foc raccoglie in tempo reale tutti i dati provenienti dalle navi relativi a posizione, condizioni nautiche e tecniche e li trasferisce su un database ‘cloud’ attraverso la piattaforma Neptune, sviluppata da Costa con Microsoft.

Il sistema prende in considerazione anche altri aspetti, come le condizioni meteorologiche, le infrastrutture portuali, l’instabilità politica e i rischi per la salute.
In caso di bisogno di supporto, il Foc può contare su dipartimenti specializzati del Carnival Maritime come Security e Medical, che a loro volta operano a stretto contatto con varie organizzazioni nazionali e internazionali tra cui, ad esempio, il Federal Foreign Office, la polizia federale per la sicurezza, e l’Oms per le problematiche sanitarie.

La flotta Costa conta attualmente 26 navi, suddivise tra il brand italiano Costa Crociere, l’asiatico Costa Asia e il tedesco Aida Cruises. Entro il 2020 crescerà ulteriormente con l’arrivo di 7 nuove navi.   

News Correlate