domenica, 22 luglio 2018

Di Maio: ok a voucher su turismo; in arrivo sanzioni manager Alitalia

Il decreto Dignità imbocca la dirittura d’arrivo. E c’è il via libera del vice premier Luigi Di Maio ai voucher per chi lavora nel turismo e nell’agricoltura. “E’ doveroso fare una riflessione che partirà dal Parlamento. Se possono servire a settori come l’agricoltura e il turismo, per specifiche competenze, allora ben vengano”, dice. “L’unica cosa che chiedo alle forze di maggioranza è quella di evitare abusi in futuro”. E sottolinea che non ci deve essere “nessuno spazio allo sfruttamento” e questo “sarà il punto di partenza”. Ma il cambio di strategia di Di Maio su questo strumento innesca la reazione piccata della Cgil, che aveva promosso un referendum contro l’utilizzo e che ora parla di decisione “vergognosa, profondamente in contraddizione con la volontà, affermata dal Governo,di porre argini alla precarietà”.

Il ‘Superministro’ fa poi su Alitalia: “il governo sta analizzando tutte le informazioni economiche perché vogliamo individuare e punire i responsabili della situazione attuale”, spiega poi Di Maio, precisando che punire “significa promuovere l’azione di responsabilità su quei manager che in questi anni hanno utilizzato Alitalia come un bancomat”. Quindi “si valuterà la strada da percorrere sulla base anche di una spending review seria all’interno” dell’azienda perché “il tema non è svenderla”, aggiunge. “Dobbiamo capire se la stiamo vendendo per farla funzionare o per far avere a qualcun altro qualche rotta in più”. Sui potenziali acquirenti come Lufthansa ed EasyJet, Di Maio precisa, a margine dell’audizione, di non avere “nessun contatto diretto con questi due soggetti, anche perché siamo nella fase precedente di analisi”.

News Correlate