lunedì, 24 settembre 2018

La nautica vale oltre 20 miliardi: lo studio di Deloitte presentato a Cannes

Nel 2017 il valore del mercato mondiale della nautica è stato di 20,6 miliardi di euro (+9,0% rispetto al biennio 2016-17) e la produzione cantieristica italiana ha raggiunto i 2,3 miliardi (+14,0% rispetto al 2016). Lo ha rilevato lo studio di Deloitte “Boating Market Monitor”, presentato al Salone Nautico di Cannes su iniziativa di Nautica Italiana, l’associazione che raggruppa 110 brand di eccellenza del comparto nautico nazionale.

Lo studio – hanno spiegato Luca Petroni, presidente di Deloitte Financial Advisory Italy, e Lamberto Tacoli, presidente di Nautica Italiana – conferma l’outlook positivo per il settore per il 2018-2019. Il valore della produzione nautica italiana è previsto attestarsi a sui 2,5 miliardi, di cui 2,2 entrobordo. In termini di classi di lunghezza, in Italia il segmento con la crescita maggiore è stato nel 2017 quello delle imbarcazioni tra i 12 e 30 metri (+15%),seguito dal segmento dei superyachts (+30 metri) che registra un +12,8%. Secondo Deloitte, anche se il mercato è in ripresa le dimensioni totali restano più basse dei valori pre-crisi (nel 2008 valeva 25 miliardi).

In termini geografici, il Nord America “vale” 9,3 miliardi (+15% rispetto al biennio precedente), l’Europa 4,3 miliardi (+7,4%),  il resto del Mondo 7 miliardi (+9,2%). Il segmento vela dovrebbe confermare l’andamento positivo del 2017 con una crescita attesa del 17,6% su base annua, la più alta di tutti i segmenti.

Gli yacht italiani rappresentano l’86% dell’export. I cantieri italiani confermano la loro leadership nel settore superyacht sia per numero di unità consegnate (il 39% del totale delle unità consegnate nel 2017) che per numero di ordini (il 41% delle unità correntemente ordinate).

 

 

News Correlate