venerdì, 26 maggio 2017

Un disegno di legge delega per riordinare settore balneari

Un disegno di legge delega che riordina la normativa sulle concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali, è stato presentato dal ministro per gli Affari Regionali, Enrico Costa. Il testo tiene conto da una lato della sentenza della Corte di Giustizia europea del 2016 che ha stabilito che non possano essere fatte proroghe trentennali agli attuali concessionari, dall’altra prevede criteri e modalità di affidamento che valorizzino le attività imprenditoriali, riconoscano la tutela gli investimenti e tengano conto della professionalità acquisita. Inoltre prevede “un adeguato periodo transitorio per l’applicazione della disciplina di riordino”.

Parere favorevole al testo è stata espressa dal Sindacato italiano balneari, che riunisce 10 mila operatori del settore. “E’ sicuramente un buon punto di partenza – ha detto il presidente Riccardo Borgo – in termini calcistici, abbiamo fatto il riscaldamento e ora dobbiamo giocare la partita con i decreti attuativi”.

Giudizio positivo anche dalla Fiba Confesercenti mentre contrari sono la Cna e l’Itb: questi ultimi hanno detto “di non volere aste né evidenze pubbliche”.

News Correlate