domenica, 23 settembre 2018

Destinazioni estive low budget? Al Centro e Sud Italia le mete più economiche in agosto

Holidu presenta uno studio effettuato sui prezzi delle mete europee più popolari per l’estate 2018. Le destinazioni più amate sono sulle coste o nelle isole, dove i prezzi aumentano in alta stagione, per chi è più flessibile, però, la differenza di prezzi arriva anche fino al 50%, in base alla destinazione e alla stagionalità. Lo studio è stato condotto utilizzando il prezzo mediano a notte, per un gruppo di 4 persone, durante una settimana in alta stagione, in agosto, e una in bassa stagione, in settembre.

Per chi preferisce restare in Italia per le vacanze, alcune destinazioni hanno un prezzo decisamente proibitivo, tanto da competere con località greche o spagnole. Il sud Italia offre le destinazioni più convenienti: il Molise è la destinazione più economica a 99 euro a notte, segue la Basilicata a 103 euro e l’Abruzzo a 109 euro. Anche all’estremo sud ci sono ottime alternative; oltre alle bellissime spiagge potrà, infatti, deliziarvi il prezzo vantaggioso: pernottare in una casa vacanza in Calabria ha un costo di 112 euro per notte, mentre in Sicilia sui 122 euro. Iniziano a diventare più costose, invece, altre regioni del sud come la Puglia, a 135 euro a notte, e la Campania, a 150 euro. La Sardegna, a 167 euro a notte, la più esclusiva in estate, così come altre regioni amatissime, tra cui la Toscana, a 154 euro a notte, e il Trentino, per gli amanti della montagna anche in agosto, a 155 euro.

Tra le più belle città del sud troviamo Palermo a 93 euro a notte, Napoli a 104 euro e Cagliari a 112 euro, in alta stagione, decisamente più economica rispetto al livello regionale. Una delle mete più amate da chi viaggia in gruppo è ad esempio Gallipoli, 177 euro in agosto, ma se prendiamo in considerazione tutto il Salento, il prezzo diminuisce e si parla di 141 euro a notte. Non male vero? Tra le città più costose troviamo Positano a 432 euro a notte in alta stagione, Capri a 380 euro e Forte dei Marmi a 365euro . Affittare una casa vacanza in Sardegna può rivelarsi un vero incubo, infatti, località come San Teodoro e la Costa Smeralda si aggirano intorno ai 199 euro e 219 euro ; si salvano, però, Orosei a 139 euro a notte e la bellissima Sant’Antioco a 109 euro a notte. Altre località del sud, perfette per l’estate e per risparmiare, sono Vieste e Cilento, entrambe in media sui 125 euro a notte.

Le mete più esclusive sia in alta, che in bassa stagione, sono il Regno Unito, la Spagna e la Grecia, come era prevedibile. Il Regno Unito arriva a costare 203 euro in agosto e anche la Spagna supera i 180 euro in media, a notte. La Croazia, bellissima e non troppo esclusiva, vi verrà a costare solamente 128 euro a notte. La meta meno costosa di tutte è, però, anche quest’anno l’Albania, che si aggira in media sui 53 euro.

Alcune località marittime europee sono proprio da far girare la testa, non solo per la loro bellezza, ma anche per i prezzi esclusivi. Saint-Tropez costa, infatti, in media 365 euro a notte in alta stagione, meno costosa ma sempre esclusiva Lloret-de-Mar, a 190 euro a notte. Meglio allora guardare dall’altra parte, dove Zara, in Croazia, costa solo 109 euro ad agosto.

Chi è disposto a prenotare in settembre può risparmiare fino al 50% in Europa e quasi un 30% in Italia. La Sardegna, ad esempio, arriva a costare sui 90 euro a notte, facendo risparmiare i vacanzieri un 46%. Per gli amanti della montagna tutto l’anno, si può risparmiare anche in Friuli, a 79 euro a notte, ben 45% in meno, e in Trentino, sui 90 euro, 35% in meno. Anche la Calabria e l’Abruzzo risultano più convenienti in bassa stagione, e costano sui 75-80 euro a notte in media. Località caldissime anche in settembre, che assicurano un risparmio del 50%, sono ad esempio Tropea (97 euro ) e Gallipoli (88 euro). A Bibione e Lignano Sabbiadoro c’è il risparmio più alto tra alta e bassa stagione, più del 65%, ed entrambe sono le meno care, a 50-55 euro in media a notte.

Anche in Europa alcune delle mete più amate risultano decisamente meno costose in settembre; chi pensa di prenotare in Grecia o in Croazia, in bassa stagione, può risparmiare un 38%. Anche la Spagna risulta leggermente più economica, da 184 euro a 143 euro in media a notte.

Ci sono poi alcune località in Spagna e in Francia, estremamente costose in agosto, che risultano molto più abbordabili in settembre. Si parla della Costa Azzurra, ad esempio, che passa da 186 euro a 137 euro a notte o della Costa Brava, da 179 euro a 96 euro a notte.

Quando si parla di vacanze estive alcune delle destinazioni più amate sono le isole delle vicine Croazia, Grecia e Spagna. Il podio delle più care, in alta stagione, se lo aggiudicano le Baleari, con Ibiza, che arriva a costare in media 538 euro a notte, poi due greche, la turistica Mykonos, a 481 euro a notte e Santorini a 351 euro. Per quanto riguarda queste isole ‘da evitare’ per chi vuole risparmiare, i prezzi restano comunque alti anche in bassa stagione. Ci sono, però, isole stupende, che diminuiscono drasticamente in settembre, tra queste Formentera, che, con un risparmio del 51% in bassa stagione, costa solo 170 euro a notte. Lo stesso discorso vale per Cefalonia, a soli 121 euro a notte in settembre e Naxos a soli 93 euro.

Le più economiche, sia in bassa che in alta stagione, sono a sorpresa le Canarie. Ebbene sì, ben tre isole di questo arcipelago ci regaleranno un’estate da sogno, anche per il nostro amato portafoglio. In agosto, El Hierro a 63 euro a notte, si aggiudica la medaglia d’oro delle isole più economiche, seguita da La Gomera a 73 euro e La Palma a 78 euro a notte. Anche due delle isole croate più amate presentano prezzi competitivi in agosto e ancora più economici in settembre. Stiamo parlando di Krk e Pag, sui 124 euro in alta stagione, arrivano a costare 70€ in bassa stagione, con un risparmio di più del 40%. Cipro e Malta, poi, offrono ottimi prezzi, soprattutto in settembre: intorno ai 150 euro a notte in alta stagione e sui 120 euro in bassa stagione.

Il motore di ricerca Holidu confronta le date e i prezzi di oltre 7 milioni di case vacanze in più di 300 siti di prenotazione, tra cui homeaway.com, booking.com, Novasol e altre piccole agenzie. Ciò consente al team di Holidu di analizzare approfonditamente il mercato e prevedere disponibilità e cambiamento dei prezzi.

“Tedeschi, austriaci e francesi stanno già programmando le loro prossime vacanze estive, spagnoli e italiani, invece, prenotano solitamente last minute, in aprile o in maggio. Adesso è, però, possibile trovare le migliori occasioni, data la più ampia scelta di alloggi nelle diverse fasce di prezzo – afferma Johannes Siebers, fondatore di Holidu – anche se in generale le case vacanza sono meno influenzate dal cambiamento di prezzo rispetto, ad esempio, ai voli o agli hotel”.

News Correlate