venerdì, 18 agosto 2017

Visitare Betlemme è più facile per chi ha uno smartphone

Oggi è più facile visitare Betlemme per i turisti dotati di smartphone e tablet. Da qualche settimana, infatti, una guida elettronica, progettata e realizzata dall’Università di Trento che permette di utilizzare in modo molto più flessibile ed efficace lo strumento dei Qr code (o qualunque altro sensore di prossimità, come Nfc e Rfid), ha migliorato l’esperienza della visita in Palestina e la valorizzazione del patrimonio culturale di Betlemme.

Passeggiando nella parte antica della città i turisti possono leggere i codici Qr con i loro smartphone e ascoltare automaticamente un’audioguida nella propria lingua, guardare video e leggere approfondimenti, mentre l’ente di valorizzazione culturale di Betlemme può modificare o aggiungere contenuti senza dovere mai cambiare i codici Qr esposti in città.   

L’iniziativa per ora coinvolge otto siti di significato storico e culturale della città, tra cui la Basilica della Natività, Manger Square e Star Streeet. Da quando è stata introdotta, è stata utilizzato da centinaia di turisti locali e stranieri in visita a Betlemme che ne hanno apprezzato la semplicità d’uso, la facilità di navigazione e la completezza dei numerosi contenuti multilinguistici.  

 

 

News Correlate