venerdì, 17 agosto 2018

Federturismo presenta a Fareturismo le nuove professioni del turismo

Le aziende oggi più che mai hanno bisogno di innovare ed innovarsi per sfruttare al meglio le potenzialità del mercato, conquistare nuovi clienti e cogliere le occasioni offerte dall’Industria 4.0. Non sempre però sanno a chi affidarsi, per questo servono nuove figure professionali con nuove competenze per nuove opportunità lavorative. Occorre quindi essere preparati  a rispondere a questa rapidità prevedendo l’intervento di specifici professionisti quali: lo user experience director, il data analyst e lo sviluppatore mobile.

Sono stati questi alcuni dei temi discussi nel convegno “Turismo: nuove professioni, nuove opportunità” organizzato da Federturismo nell’ambito di Fareturismo al quale sono intervenuti Valeria Della Rocca, Managing Director Solaria Service e Ambassador del progetto Ideate European tourism careers di cui Federturismo è capofila; Enrico Verga, Analista Scenari internazionali ed Elisa Dal Bosco, Pr Director e consulente comunicazione e Presidente di Ass.Ital.Maggiordomi.

Così come si è parlato di Big Data, una delle più grandi opportunità per le imprese del settore dei viaggi e uno straordinario strumento per supportare le decisioni aziendali, per sviluppare nuovi servizi/prodotti, per programmare meglio la catena di produzione e distribuzione e per conoscere in profondità il proprio mercato.

“Occorre però ricordare – ha detto il presidente di Federturismo Confindustria, Gianfranco Battisti –  che questa enorme quantità di dati sarà soggetta ad una rapida obsolescenza. Oggi è diventato più semplice elaborare in tempo reale centinaia di fonti e con sempre maggiore frequenza lasciamo ai dati il compito di parlare e di proporre trend prima di ipotizzare la loro stessa esistenza o validità, con la conseguenza che in questo modo fenomeni complessi quali il turismo diventano indubbiamente più visibili e trasparenti, ma anche le inefficienze diventano più evidenti”.

 

News Correlate