mercoledì, 24 ottobre 2018

Air Cairo presenta le nuove rotte da Bologna e Venezia per Sharm El Sheikh

Il turismo in Egitto è in ripresa e i recenti dati sugli arrivi sono la prova che i turisti sono tornati a visitare le bellezze del Paese dei Faraoni e tra questi molti sono turisti italiani. Dallo scorso ottobre ad oggi  Air Cairo ha inaugurato numerosi voli dalle principali città italiane per il Mar Rosso, Alessandria d’Egitto e Luxor. La crescita della compagnia egiziana non si ferma qui perché dal 28 ottobre aprirà un nuovo volo da Bologna a Sharm El Sheikh e il 2 novembre un ulteriore volo da Venezia sempre con destinazione Sharm El Sheikh. Tutte le novità dell’Air Cairo saranno presentate al TTG Incontri di Rimini.

La ripresa del turismo in Egitto è targata Air Cairo, compagnia aerea per il 60% di capitale Egyptair e per il 40% di due tra le più importanti banche egiziane (National bank of Egypt e Misr Bank), che solo da gennaio a giugno 2018 è arrivata a trasportare ben 722.343 passeggeri. Dallo scorso novembre a luglio 2018 solo dall’Italia ha trasportato ben 54.653 passeggeri. I voli settimanali programmati dall’Italia diventeranno entro la fine del 2018 ben 16 (considerando il volo per Hurghada via Luxor).

Da fine 2018 l’Air Cairo dall’Italia effettuerà ben 15 voli settimanali di cui 8 solo da Milano Malpensa:
Milano – Sharm El Sheikh (2 voli settimanali)
Milano – Marsa Alam (1 volo settimanale)
Milano – Luxor – Hurghada – Luxor (1 volo settimanale) dal 29 ottobre 2018
Milano – Alexandria (4 voli settimanali)
Con il nuovo volo da Malpensa per Luxor, l’Air Cairo ha puntato sull’Egitto classico dando la possibilità ai turisti italiani di combinare l’esperienza unica della crociera sul Nilo di 7 notti o di abbinare alla crociera sul Nilo una rilassante vacanza al mare.

Roma – Sharm El Sheikh (1 volo settimanale)
Napoli – Sharm El Sheikh (3 voli settimanali)
Bari – Sharm El Sheikh (1 volo settimanale)
Venezia – Sharm El Sheikh (1 volo settimanale) dal 2 novembre 2018
Bologna – Sharm El Sheikh (1 volo settimanale) dal 28 ottobre 2018

Per la compagnia egiziana questi risultati sono la conferma del successo per aver creduto e investito sul mercato italiano, perché l’obiettivo era di collegare l’Egitto con gran parte delle città italiane e non solo con Sharm El Sheikh, Marsa Alam e Borg El Arab (Alessandria d’Egitto), ma anche con le incantevoli località di Luxor e Hurghada.

News Correlate