domenica, 20 gennaio 2019

Firenze, Milano e Venezia entrano in ‘Booking Experiences’

Booking.com ha annunciato l’aggiunta di Firenze, Milano e Venezia al suo prodotto ‘Booking Experiences’ che permette ai propri utenti di approfittare al massimo di quanto la meta delle proprie vacanze ha da offrire.

L’ultima versione di Booking Experiences prevede una landing page personalizzata per ciascun cliente e non rimanda né si affida a siti di terze parti. Una volta prenotato un soggiorno a Firenze, Milano o Venezia (o in una qualunque delle destinazioni in cui il prodotto è disponibile), il cliente riceve una e-mail tramite la quale può prenotare tutte le attrazioni che partecipano al progetto e visitarle usando il proprio codice QR personale, direttamente collegato alla prenotazione. Booking Experiences elimina la necessità di prenotare gli ingressi in anticipo o di fare la fila per acquistare i biglietti per i tour e le attrazioni.
È possibile vedere in anticipo la lista delle cose da fare, oppure esplorarla on-the-go una volta arrivati. Per garantire il massimo della flessibilità e della convenienza, il cliente paga solo per le esperienze che decide di fare effettivamente, con la libertà di scegliere sul momento e la sicurezza di poter usufruire sempre dell’offerta migliore.

La lista attuale di cose da fare e da visitare disponibile su Booking Experiences per queste tre città include il tour degli Uffizi, il tour del Duomo di Milano e quello della Basilica di San Marco e dei suoi tesori a Venezia.
“Siamo alla ricerca di nuovi modi di mettere la tecnologia al servizio delle esigenze dei nostri clienti per facilitare ogni fase del loro viaggio, e con Booking Experiences è proprio quello che stiamo facendo – dice David Vismans, Chief Product Officer di Booking.com – Decidere cosa fare mentre sei in viaggio può essere un’esperienza stressante e dispendiosa in termini di tempo, che intacca l’esperienza di soggiorno in una destinazione. Con Booking Experiences abbiamo selezionato le cose migliori da fare a Firenze, Milano e Venezia, negoziato le offerte più convenienti per i nostri clienti e fatto in modo che possano semplicemente presentarsi e godersi l’esperienza che vogliono fare, qualunque essa sia”.
Sfruttando l’intelligenza artificiale, Booking Experiences sarà in grado di fornire suggerimenti sempre più accurati e personalizzati, in base alle esperienze dei viaggiatori stessi.
Booking Experiences è attualmente disponibile in 43 lingue per le seguenti destinazioni: Abu Dhabi, Amsterdam, Barcellona, Dubai, Dublino, Edimburgo, Firenze, Londra, Madrid, Milano, Parigi, Roma e Venezia.

News Correlate