venerdì, 18 agosto 2017

Genova si scopre con la realtà aumentata grazie ad ‘Exploracity’

Indossare un visore per la realtà virtuale per intraprendere un viaggio nella Genova Medievale, una passeggiata nelle torri di Porta Soprana. È quanto offre ‘exploracity, piattaforma messa a punto dall’azienda genovese Ett, per offrire nuovi servizi per la valorizzazione dei Beni Culturali sfruttando strumenti di geolocalizzazione e di realtà virtuale e aumentata.

Il progetto offre mini esperienze virtuali su percorsi culturali sui quali il visitatore può interagire con strumenti touch e visori. Una volta selezionato e installato il percorso sul proprio dispositivo mobile, il turista è guidato in una scoperta interattiva dei luoghi fisici che si arricchisce di contenuti multimediali.
“Le nuove tecnologie aiutano a far conoscere ai turisti percorsi molto più ampi – ha spiegato Carla Sibilla, assessore comunale al Turismo – che vale la pena di visitare, permettendo di allargare i “Sono due aspetti fondamentali di Genova che si coniugano in un bel progetto – ha sottolineato Emanuele Piazza, assessore allo sviluppo economico – supportato dell’amministrazione. Questo è il modello di sviluppo che vogliamo per la nostra città”.

News Correlate