domenica, 17 dicembre 2017

Verbania, bene turismo con presenze a +3,32%

La parte del leone la fanno gli stranieri a +78,7% sul totale

I dati dei flussi turistici nel Verbano Cusio Ossola nel 2012 confermano un andamento positivo in un quadro nazionale che, invece, segna il passo. Nel 2012 le località turistiche del VCO registrano 2.781.760 presenze, +3,32% rispetto 2011. Gli arrivi si assestano a 715.451, ma si prolunga il soggiorno medio che per l'extralberghiero tocca i 6 giorni, i 3-4 nelle strutture alberghiere. Prevalgono i turisti stranieri (2.189.347 presenze, 78,7% sul totale), mentre gli italiani sfiorano le 600 mila presenze e crescono come ospiti di campeggi, residence e case vacanze. Continuano a privilegiare il VCO quale meta di vacanza i tedeschi (+40%), seguiti dagli olandesi (+19,3%), i francesi (+8,2%), gli svizzeri (+8%) e i britannici (+6,9%). L'extralberghiero conferma il trend di crescita più marcato con un +4,48%, ma mantengono posizione anche gli hotel, con presenze a +2,32%. Crescono di 25 unità le strutture ricettive del Verbano Cusio Ossola (per un totale di 614). Sono soprattutto b&b e case per ferie.
“Gli indici statistici raccolti dall'Osservatorio Provinciale sul Turismo confermano come questo settore sia quello che non soltanto riesce a stare a galla ma migliora in quantità e qualità. Il merito è degli operatori turistici che credono nel loro lavoro, nelle potenzialità di questo territorio e non smettono di investire nelle loro attività. La parte pubblica, in un momento di massima restrizione delle possibilità di spesa, porta avanti con convinzione il suo ruolo di coordinamento, fondamentale al raggiungimento degli obiettivi a cui puntiamo: prolungamento dei soggiorni, fidelizzazione degli ospiti e distribuzione dei flussi dai laghi all'entroterra e alle valli. Continuiamo a credere che l'Expo 2015 possa essere un'occasione strategica per promuovere il Verbano Cusio Ossola tra un pubblico internazionale, per attrarre ulteriori target e per sviluppare relazioni in grado di produrre uno stabile vantaggio per il nostro territorio”, afferma Massimo Nobili, presidente della Provincia.
La classifica delle località turistiche del VCO assegna a Verbania il primo posto sul podio (846.257 presenze), seguita da Stresa (494.435), Baveno (479.422), Cannobio (293.368) e Cannero Riviera (135.605).
Quelle invece con le migliori performance sono state Oggebbio (+91,33% passando da 10.079 presenze a 19.284), Domodossola (+66,08% crescendo da 42.472 a 70.537), Formazza (+40,71% con un miglioramento da 18.496 a 26.026), Crodo (+40,02% con un aumento da 18.980 a 26.576), Bognanco (+ 30% salendo da 9622 a 12.509) e Gignese (+ 25,11 che incrementa le presenze da 10.984 a 13.742).
“I risultati del 2012 rappresentano il miglior viatico per darci slancio nella nuova stagione che sta per cominciare. Va sottolineato come siano un'eccezione, non solo rispetto al panorama nazionale che purtroppo registra significative flessioni, ma anche per la stessa Regione Piemonte”, commenta Antonio Longo Dorni, presidente Distretto Turistico dei Laghi e delle Valli.

News Correlate