domenica, 17 dicembre 2017

Verbano, nel 2009 presenze in calo del 7,36%

Ma resta seconda meta turistica della regione con oltre il 50% degli stranieri

Nel 2009 sono calate del 7,36% (pari a 182.604 unità) le presenze turistiche nel Verbano-Cusio-Ossola. A rivelarlo sono i dati elaborati dall'osservatorio provinciale. "La stagione sciistica che si è aperta con i primi di dicembre – ha commentato Guidina Dal Sasso, assessore provinciale al Turismo – ha consentito un recupero che ha attenuato il dato negativo complessivo. Restiamo comunque, dopo l'Atl Unica di Torino, la seconda meta turistica del Piemonte con oltre il 50% degli stranieri. Gli sforzi vanno ora indirizzati nella direzione di una maggiore collaborazione tra soggetti pubblici e privati, anche allargando l'ambito territoriale e promuovendo insieme al Canton Ticino e alle province di Varese e di Novara le principali manifestazioni primaverili". Nel VCO le strutture ricettive sono cresciute di 24 unità, mentre i posti-letto complessivi sono scesi a 36.329 dai 37.017 del 2008, soprattutto a causa delle ristrutturazioni in corso in alcuni alberghi. La componente straniera, con il 76,5% di tutte le presenze, resta preponderante nell'area, con i cittadini tedeschi che ne coprono il 39,7%.

 

 

News Correlate