venerdì, 15 dicembre 2017

Chiude per restyling il San Domenico di Taormina, tremano i lavoratori

Probabilmente già a partire dal mese di novembre l’hotel San Domenico di Taormina chiuderà i battenti per lavori di ristrutturazione. Il problema è che al momento non si sa ancora quando l’hotel riaprirà al pubblico. I primi a essere preoccupati sono ovviamente i lavoratori che chiedono rassicurazioni e garanzie per il mantenimento dei livelli occupazionali. Secondo i sindacati, sono coinvolti 65 lavoratori stagionali, un’altra ventina di unità di lavoratori in forza ad una cooperativa, e 37 lavoratori annuali dell’hotel.

Per questo motivo, i lavoratori dell’hotel hanno incontrato, alla presenza dei rappresentanti della Fisascat Cisl, i vertici dell’amministrazione cittadina. Il progetto di restyling non è ancora giunto, peraltro, in discussione in Consiglio comunale, e deve ancora essere vagliato dalla Soprintendenza.

“Siamo in attesa di incontrare la proprietà per garantire i livelli occupazionali sia dei lavoratori stagionali che di quelli a tempo indeterminato – spiega il segretario regionale aggiunti della Fisascat Cisl, Pancrazio Di Leo a TaorminaToday -. Bisogna fare chiarezza e arrivare ad una intesa che non penalizzi i lavoratori e le professionalità”.

Dal canto suo, il Comune ha annunciato che convocherà la proprietà del San Domenico, perché Taormina non può permettersi di avere il San Domenico chiuso per tanto tempo. “È un simbolo del turismo di questa città”, ha sottolineato l’assessore al Turismo, Salvo Cilona.

News Correlate