mercoledì, 18 ottobre 2017

L’Hotel Costazzurra di Agrigento porta l’Italia a Tokyo

Sarà l’Hotel Costazzurra Museum & Spa di Agrigento lo sponsor di “Italia, amore mio!”, l’evento ufficiale organizzato dalla Camera di Commercio Italiana in Giappone per il 150º Anniversario delle Relazioni Diplomatiche tra Italia e Giappone che si terrà a Tokyo il 28 e 29 maggio con la collaborazione di istituti italiani e società operanti in Giappone (Jet, Ita-Ice, Enit, Iic) e sotto il patrocinio dell’Ambasciata Italiana a Tokyo.

Pensato per promuovere il Bel Paese e le sue eccellenze, “Italia, amore mio!” si può considerare il primo festival dell’Italia in Giappone che punta a raggiungere operatori commerciali, consumatori e media, per un totale di oltre 40.000 visitatori previsti.

L’evento avrà luogo a Roppongi Hills che, con i suoi 15.000 visitatori al giorno, rappresenta uno dei centri del business più importanti di Tokyo. Ospita ad esempio il Mori Art Museum, il Grand Hyatt Hotel, gli uffici della TV Asahi, una stazione radio, 50 piani di uffici, 200 tra negozi e ristoranti ed un cinema multisala di ultima generazione.

La “Vetrina Made in Italy” sarà il lussuoso spazio espositivo dei brand italiani allestito presso O-yane Plaza, che vedrà tra i protagonisti Cassina Spa, Bulgari Spa, Automobili Lamborghini Spa e Ferrari Spa mentre “Piazza Italia”, collocata nella suggestiva Arena e nell’adiacente giardino, ospiterà spettacoli, concerti, social games e varie presentazioni. Il tutto incorniciato da stand nei quali i visitatori potranno apprezzare e acquistare cibo, oggetti artistici e di design rigorosamente Made in Italy.

“Siamo veramente molto orgogliosi di potere portare la nostra proposta di eccellenza in un contesto così importante – sottolinea l’albergatore Fabrizio La Gaipa -. Ovviamente, insieme al nostro hotel-museum promuoveremo tutto il territorio di Agrigento e le sue attrattive. Questa iniziativa – conclude – ci pare un piccolo ma significativo passo verso il processo di internazionalizzazione a cui la promozione turistica della città nella propria interezza dovrebbe tendere”.

News Correlate