venerdì, 28 aprile 2017

Alia, murales ispirato al mito della Gurfa per valorizzare il belvedere

Domani ad Alia verrà inaugurato il nuovo belvedere arricchito dal murales del pittore Croce Taravella.

Il belevedere è una grande terrazza da 400 mq, decorata con colori e simboli che richiamano il mito della Gurfa, grotte scavate durante l’Età del Bronzo (2.500-1.600 a.C.) che, secondo la leggenda, avrebbero ospitato un santuario e la tomba del re cretese Minosse. 

L’opera  verrà inaugurata dal sindaco di Alia Francesco Todaro e dal presidente del consiglio comunale, Matteo Cocchiara.

“Le grotte della Gurfa sono arrivate fino a noi perché scavate nella roccia – ha affermato Todaro – un patrimonio inestimabile che il comune di Alia ha voluto valorizzare attraverso questa nuova opera d’arte che fungerà da attrattore turistico, ma che diventerà anche patrimonio della nostra comunità.

La Sicilia deve mettere a frutto le proprie ricchezze storiche – ha aggiunto – i propri paesaggi, le proprie bellezze smettendo di dare per scontato quello che, agli occhi dei turisti, appare come straordinario”.    

Il nuovo belvedere è stato realizzato grazie a un finanziamento da 1,7 milioni di euro nell’ambito di un bando dell’assessorato al Turismo su fondi Por; di questi, 120 mila sono stati destinati alla realizzazione dell’opera d’arte del maestro Croce Taravella, selezionata fra 5 candidature da una commissione formata da artisti, progettisti e rappresentanti della Sovrintendenza e della Regione. 

News Correlate