mercoledì, 24 ottobre 2018

A gennaio riparte la stagione del Teatro Massimo: sarà un 2019 nel segno del viaggio

Si inaugura il 19 gennaio con una Turandot di Puccini ambientata in una immaginaria Cina del futuro la stagione 2019 del Teatro Massimo. A presentarla nella Sala Grande del Teatro Massimo il sovrintendente Francesco Giambrone, il direttore musicale Gabriele Ferro, il sindaco di Palermo e presidente della Fondazione Teatro Massimo Leoluca Orlando, e Lucia Di Fatta, dirigente regionale al Turismo, in rappresentanza dell’assessore regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo Sandro Pappalardo.

Dieci opere, 3 balletti, per un totale di 13 spettacoli nel cartellone di opere e balletti, con un totale di sei nuove produzioni; dieci concerti sinfonici e sei recital per la stagione concertistica.

Da segnalare la tournée che porterà di nuovo il Teatro Massimo in Oman, dopo il grande successo del 2016. A febbraio Orchestra e Coro della Fondazione saranno invitati per la seconda volta alla Royal Opera House di Muscat per tre recite della Traviata con protagonista Placido Domingo.

Per il presidente della Fondazione Leoluca Orlando, il Teatro Massimo è “un Teatro che si rinnova, rimanendo fedele alla propria tradizione. Un Teatro che sempre più apre alla città e sempre più dalla città è sostenuto ed apprezzato, con i numeri degli abbonati e dei risultati che continuano a crescere anno dopo anno”.

“L’avvio della nuova stagione del Teatro Massimo di Palermo – sottolinea l’assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo – rappresenta un valore aggiunto alla miriade di eventi, appuntamenti e manifestazioni di altissimo profilo che offre la città e la nostra Regione. Poiché sono convinto che i grandi eventi, gli spettacoli di livello possano essere definiti attrattori turistici e occorre calare sempre più le stagioni teatrali nella logica turistica ammaliando e interessando i tanti flussi di visitatori che Palermo ospita quotidianamente. Soltanto così possiamo ulteriormente qualificare la nostra offerta. Quindi il Teatro Massimo rappresenta uno degli asset principali per la promozione turistica e culturale dell’Isola e confido affinché la prossima stagione saprà guadagnarsi con i numeri ottimi risultati e riscontri”.

News Correlate