martedì, 24 aprile 2018

San Vito insorge contro restyling porto turistico e nuovi hotel

 

Una minaccia incombe su San Vito Lo Capo e la sua costa incontaminata. Un mega progetto punta al rifacimento del porto turistico e alla creazione di una grande area destinata a servizi e strutture ricettive che potrebbe sfregiare la lunga spiaggia di sabbia bianca. Quasi 115 mila i metri quadrati chiesti, ovvero uno specchio acqueo di 65 mila, un’area demaniale marittima di 43 mila e una porzione di terreno comunale di oltre 8 mila.

A richiederli la Marina Bay srl di Trapani che, rispondendo a un avviso pubblicato sull’albo pretorio del Comune, ha chiesto di realizzare il porto turistico con concessione per 48 anni. Ma oltre al rifacimento del porto, che di fatto ne amplierebbe la fruizione di soli 20 posti barca, il progetto prevede la realizzazione di un mega hotel a 4 piani con piscine e 90 posti letto, una passeggiata sul lungomare privata, un parcheggio sotterraneo e decine di appartamenti e villette: tutto a ridosso di una spiaggia che, di fatto, diventerebbe di uso esclusivo.

Ma la popolazione di San Vito è subito insorta e in poco tempo sono state raccolte oltre 2000 firme contro quello che viene visto come una pericoloso sfregio a un territorio finora protetto.

La richiesta di concessione, nel frattempo, è stata presentata ai tecnici dell’assessorato regionale Territorio e Ambiente che dovrà convocare conferenze di servizi tra tutti gli enti interessati – Comune, Capitaneria di Porto, Soprintendenza e Demanio – per cercare un’intesa che, per legge, dovrebbe essere raggiunta all’unanimità.

 

News Correlate