martedì, 19 giugno 2018

La Slovenia alla conquista del mercato siciliano

Slovenia ancora più vicina alla Sicilia. Merito del rinnovato impegno dell’Ente Sloveno per il Turismo in Italia con il Gruppo Hit, la città di Lubiana e le Grotte di Postumia.

“Abbiamo scelto Palermo per presentare le nostre eccellenze – ha detto Aljoša Ota, direttore dell’Ente Sloveno nel corso dell’evento a Palazzo Francavilla – perché offre ottimi collegamenti con l’aeroporto Ronchi dei Legionari di Trieste, situato a pochi km dal confine sloveno. La nostra formula di accoglienza è orientata allo sviluppo di un modello di turismo sostenibile, a contatto autentico con la natura”.

Tante le iniziative per agevolare i flussi turistici in partenza dalla Sicilia, a cominciare da un trasfer gratuito per l’aeroporto di Palermo finanziato dal Gruppo Hit in collaborazione con l’Ente Sloveno. Il servizio sarà operativo da giovedì 1 marzo al 31 dicembre 2018, con opzione di estensione anche nel 2019, e sarà riservato ai turisti siciliani che acquisteranno i pacchetti vacanza dell’agenzia palermitana Propaganda Viaggi. Il bus, riconoscibile per la livrea interamente dedicata alle destinazioni ioniche della Slovenia, avrà anche lo scopo di portare sulle strade di Palermo, Catania e Trapani, un concentrato del meglio del Paese.

Alla base dell’operazione la costruzione di un “ponte culturale” tra Palermo, capitale italiana della cultura 2018, e la Slovenia che promuove inediti itinerari turistici  per la valorizzazione dei tesori sotrico-artistici del paese e dei suoi 5 siti Unesco: le Grotte di San Canziano con il canyon sotterraneo fluviale, la Foresta vergine di Krokar con il Monte Nevoso Ždrocle, Idria e la sua miniera di mercurio un tempo di importanza mondiale e la palude di Lubiana con la sua antica civiltà palafitticola ed infine la ‘Passione di Škofja Loka’, rappresentazione storica che si tiene ogni sei anni.

 

News Correlate