mercoledì, 21 novembre 2018

In Sicilia il treno superlusso direttamente da Budapest. E nel 2019 si replica

Sono disposti a pagare anche 15 mila euro pur di raggiungere la Sicilia i turisti ungheresi che viaggiano a bordo del Golden Eagle Danube Express, il treno turistico superlusso gestito dalla Golden Eagle, giunto nell’Isola dopo un viaggio di quasi 2 mila chilometri.

Il pacchetto offerto ai turisti si chiama “Sicilian Odyssey”, ma comprende anche città come Venezia, Cremona, Verona, Bologna, Rimini, l’area di Ercolano e Pompei, Bari e poi appunto la Sicilia con sosta a Palermo, Corleone, Agrigento, Ragusa, Siracusa, Caltagirone, Catania e infine Taormina. Ad ogni località, o quasi, corrisponde una giornata di visita con guide turistiche al seguito tra i monumenti e i paesaggi delle città. Il treno va in deposito e poi torna in azione in vista della tappa successiva. In verità, l’ultima tappa del viaggio, secondo quanto si legge sul sito www.ferrovie.info è stato particolarmente sfortunato: dopo un ritardo nella partenza da Siracusa, un guasto ad Acireale ha costretto i passeggeri a raggiungere Taormina con autobus sostitutivi.

Solitamente il Danube Express non si ferma nel Mezzogiorno, ma resta nel Nord Italia. Quest’anno invece è arrivato sino in Sicilia. E nel 2019, dal 6 al 16 settembre, è già stato annunciato un itinerario che avrà per protagonista la Sicilia: partenza sempre da Budapest e tappe a Venezia, San Marino, Bari, Napoli e Pompei, Palermo, Corleone, Agrigento, Ragusa, Siracusa, Catania e Taormina. Le prenotazioni sono già aperte sul sito di Golden Eagle cliccando su https://www.goldeneagleluxurytrains.com/journeys/sicilian-odyssey/southbound.

News Correlate