mercoledì, 24 ottobre 2018

Trenitalia riattiva il treno Palermo-aeroporto con 61 corse giornaliere  

Dopo tre anni di lavori, da ieri mattina è tornato in funzione  il collegamento ferroviario tra Palermo e l’aeroporto ”Falcone – Borsellino” di Punta Raisi. I lavori sul Passante ferroviario di Palermo erano terminati lo scorso luglio ma solo sabato pomeriggio era arrivata l’autorizzazione alla messa in servizio da parte dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie, al Gruppo FS Italiane, tramite la controllata RFI. E Trenitalia ha immediatamente attivato il servizio commerciale agli utenti, attivando anche le due nuove fermate La Malfa e Sferracavallo.

La tratta è assicurata con 61 corse al giorno con treni Jazz e Minuetto che dalla stazione di Palermo partono nei feriali già alle 5 del mattino e poi all’ora 05 (fermate in tutte le stazioni e durata 75 minuti) e all’ora e 35 (servizio veloce con tutte le fermate fino a Palermo San Lorenzo e Carini, durata 56 minuti). Dall’aeroporto ultima partenza alle 21.52.

“Abbiamo fatto una serie di lavori che hanno riguardato anche la stazione Francia che prima era in superficie con un binario e ora è interrata con due binari anche se attualmente uno solo è operativo fino a San Lorenzo, da San  Lorenzo a Punta Raisi abbiamo l’opera completa con due binari – spiega il responsabile delle opere del Passante ferroviario di Palermo, Filippo Palazzo, ingegnere di Rfi – Abbiamo finito di scavare l’ultimo tratto di galleria fino a Belgio con la cosiddetta “Talpa” lo scorso 19 settembre. Dal punto di vista infrastrutturale l’opera è quasi completa, abbiamo bisogno di attrezzare tecnologicamente con binari, linea di contatto e sistemi di sicurezza necessari. I lavori saranno completati a fine 2019 e avremo anche il doppio binario da Notarbartolo a Francia e poi si dovranno attendere i tempi delle autorizzazioni”, conclude Palazzo.

Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.  “Abbiamo mantenuto l’impegno, scongiurando che l’opera restasse l’ennesima incompiuta con un danno enorme per i cittadini. Siamo soddisfatti del risultato raggiunto che consente l’entrata in funzione di un servizio essenziale non solo per la città di Palermo, ma per tutta la Sicilia occidentale. Nel contempo – conclude Musumeci – insieme all’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone abbiamo chiesto a Rfi il mantenimento degli impegni per accelerare la conclusione di altre opere ferroviarie strategiche per la nostra Isola: l’apertura immediata del cantiere per la linea Bicocca-Catenanuova e il proseguimento della Ogliastrello-Castelbuono”.

News Correlate