mercoledì, 21 agosto 2019

Campo Imperatore, l’albergo-prigione di Mussolini sarà un resort extra lusso

Dopo anni di abbandono torna a splendere l’unico hotel di Campo Imperatore. Nel 1943 l’albergo fu la prigione di Benito Mussolini, su ordine del maresciallo Badoglio, perché considerato geograficamente inespugnabile. Adesso perà, grazie ad un finanziamento da 3 milioni di euro del Cipe e 500 giorni per l’esecuzione dei lavori, la struttura si appresta a tornare a nuova vita sottoforma di resort.

Nel seminterrato sorgeranno il centro benessere, un bar e i locali della scuola e di noleggio sci; al piano terra la hall, la reception, la sala tv, la cucina e il ristorante; al primo piano le stanze. Previsti pure un nuovo ingresso, il rifacimento integrale delle pavimentazione, la stuccatura e la rasatura delle pareti e dei soffitti, bagni ex novo.

Già da anni si parlava di rilanciare la struttura, ma sempre senza risultati. L’ultimo risale a un paio d’anni fa: al bando per il passaggio di gestione, nonostante l’offerta appetibile (1.500 euro d’affitto mensile), non s’era presentato nessuno.

News Correlate