Sempre più stretta la collaborazione tra la Regione Abruzzo e ‘Parchi Da Amare’

“È un grande interesse quello che stiamo registrando da parte di istituzioni pubbliche e private verso Parchi da Amare. In particolare voglio ringraziare la Regione Abruzzo che ci ha accolto con disponibilità ed entusiasmo proponendosi di ospitare l’evento anche per i prossimi due anni”. Ad affermarlo Fulvio Avataneo, presidente dell’Associazione Italiana Agenti di Viaggio AIAV, per il secondo anno partner del salone del turismo attivo e sostenibile nelle aree protette che si svolgerà a Montesilvano, presso lo spazio fiere Pala Dean Martin dal 15 al 17 novembre.

All’iniziativa aderiscono anche Legambiente, Aigae e Rete WEEC, realtà ambientaliste e turistiche che non necessitano di presentazioni.

Caratteristica di Parchi da Amare è la presenza di operatori turistici italiani e stranieri che si dimostrano fortemente interessati al B2B per sviluppare maggiormente le tematiche del turismo attivo, green e wellness, capace di intercettare segmenti nuovi e fasce di età under 45.

Dopo la Slovenia, protagonista dello scorso anno, probabile ospite straniero di questa edizione è il Qatar con le sue numerose aree protette.

All’esterno dello spazio fiere saranno allestite zone dedicate alla mobilità sostenibile, palestre di roccia, percorsi per mountain bike e un’area di degustazione dove troveranno spazio i migliori prodotti vitivinicoli ed agroalimentari. L’evento ospiterà una serie di convegni tematici sull’ambiente, attività per le famiglie, proiezioni cinematografiche a tema oltre ad un contest fotografico che avrà per tema la natura italiana rappresentata dalle aree protette e molti altri appuntamenti che sono in fase di definizione.

‘Parchi da Amare’ ha come mission la condivisione e la diffusione dei valori ambientali, la promozione di un turismo consapevole, il rispetto per la natura nelle sue diverse forme e la valorizzazione di quanto ad essa collegato. La fiera vuole promuovere e far conoscere al pubblico sia la natura – rappresentata dai Parchi Nazionali, Regionali e dalle aree protetta – sia il turismo green, sempre più scelto in Italia e all’estero.

News Correlate