Galgano: velocizzare iter per fondi Enit in zone terremotate

“Ben vengano le azioni promosse dal governo, di concerto con la Rai, per la messa in onda di trasmissioni volte a promuovere il turismo nelle regioni del Centro Italia, colpite dal terremoto; e l’ulteriore impegno di risorse per la promozione turistica in queste aree. Resta tuttavia la preoccupazione, a fronte di 2 milioni di euro a favore di Enit, impegnati già da mesi, per la mancata partenza delle azioni connesse al piano di rilancio. Segnalo, inoltre, che nonostante la promozione televisiva e malgrado da mesi ormai non si siano registrate forti scosse, in Umbria, Lazio, Marche ed Abruzzo, la stagione turistica registra cali di presenze fino al 40%. Questo significa che siamo ancora in una fase di vera e propria emergenza”. Con queste parole Adriana Galgano, deputata di Civici e Innovatori, in commissione Attività produttive, durante la discussione della sua interrogazione sulle azioni messe in campo per favorire la ripartenza del turismo nelle zone terremotate.

“Ho chiesto pertanto al ministero di far partire quanto prima tutte le misure connesse al Piano di rilancio. E di velocizzare l’iter dei decreti attuativi, anche quelli relativi ai fondi per il danno indiretto, già in fortissimo ritardo. Mancano infatti le date precise – avverte la parlamentare – Da ultimo segnalo che qualche giorno fa, dopo una nuova scossa ad Amatrice, sui quotidiani è comparso ancora il titolo ‘Terremoto nel Centro Italia’. Dopo tutto quello che è già successo in passato, ancora non abbiamo capito che un’azione di questo genere, soprattutto in un momento di lieve ripresa come quello attuale, ci penalizza. Anche su questo, ho chiesto l’attenzione da parte del governo perché credo che la errata comunicazione ci abbia già causato troppi danni”.

News Correlate