A Matera il progetto “Ubi Minor” per i centri Unesco

Avrà una durata biennale e consentirà di formare personale

I contenuti e gli obiettivi del progetto “Ubi Minor” per la costituzione di un pacchetto di attività formative da impiegare nella valorizzazione di aree e città tutelate dall’Unesco nell’area mediterranea sono stati presentati a Matera nel corso di un incontro promosso dalla società di servizi Quality Programm, con la partecipazione di amministratori locali, del Ministero per i Beni culturali e di operatori turistici di Spagna, Grecia, Malta e Turchia. Il progetto, che rientra nel programma dell’Unione Europea “Leonardo Da Vinci”, è stato finanziato per 520 mila euro. Avrà una durata biennale e consentirà, attraverso sei fasi operative, di formare professionalità di enti pubblici e aziende private da impiegare nella promozione di una rete tra piccole città culturali di cinque paesi dell’area mediterranea. Capofila del progetto è Matera, che ha sottoscritto nei mesi scorsi un protocollo d’ intesa con Alberobello e Andria (Bari) per un itinerario di promozione che lega i Sassi a Castel del Monte e ai Trulli. Del network formativo e promozionale fanno parte le città di Granada e Barcellona per la Spagna, Itis per Malta, e Ankara per la Turchia.

News Correlate