martedì, 19 marzo 2019

Matera 2019, Lezzi: tutto pronto ma si poteva fare di più

“È tutto pronto per il 19 gennaio secondo alcune relazioni, ma purtroppo dobbiamo fare i conti con ritardi e progetti non ancora realizzati”. É quanto ha affermato Barbara Lezzi, ministro per il Sud, in visita alla Città dei Sassi. Lezzi ha visitato il cantiere di un deposito delle Ferrovie appulo-lucane dove sarà realizzato anche un parcheggio per auto e bus riservato ai visitatori attesi a Matera.

Lezzi ha detto che le opere che è “maggiormente dispiaciuta” di non vedere ancora realizzate sono piazza delle Visitazione – area dove è in costruzione una nuova stazione delle Ferrovie appulo-lucane progettata dall’archistar Stefano Boeri – e la stazione di Ferrandina (Matera) delle Ferrovie dello Stato. “Mi dispiace che questa occasione non sia stata pienamente colta perché sono stati persi degli anni. Ma – ha aggiunto – non voglio vivere di rimpianti e di rammarico. Questa deve essere una grande occasione per Matera per farsi conoscere, per mostrare tutta la sua bellezza.

Accogliamo questo 19 gennaio come la partenza di una nuova Matera. Implementeremo – ha spiegato – le corse domenicali e la frequenza dei collegamenti su gomma con l’aeroporto di Bari, e delle navette per i parcheggi di scambio di Serra Refusa e Ferrandina (Matera). Matera sarà pronta per l’inaugurazione del 19 gennaio, un evento al quale certamente parteciperò.

Ci siamo dati dei tempi da rispettare per le altre opere che non saranno pronte per l’inaugurazione e che saranno terminate più avanti: la conferenza dei servizi sarà anticipata all’inizio di febbraio e stiamo recuperando del tempo. Voglio essere ottimista, perché Matera è già una città bella di suo. Si poteva fare di più, si farà di più: intanto accogliamo questo 19 gennaio come la partenza di una nuova Matera”.
Infine, riferendosi ai “collegamenti viari con la Puglia e i lavori sulla statale 99 Bari Matera”, il ministro detto che “per febbraio saranno pronti due tratti, quelli nel territorio di Altamura, mentre per il tratto della Bradanica si dovrà attendere giugno. Comunque – ha concluso – sarà pronto per l’estate, quando sono previsti i maggiori flussi turistici”.

News Correlate