Matera 2019 lancia ‘Passaporto sospeso’ e crowdfunding per ‘nutrimento dell’anima’

“Acquistare uno o più biglietti di ingresso agli eventi del programma di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 e donarli a persone che non possono permetterselo, consentendo loro di godere di una giornata dedicata al ‘nutrimento dell’anima'”. È la possibilità offerta dalla campagna per il ‘Passaporto sospeso’ lanciata durante una conferenza stampa che si è tenuta nella sala Spadolini del Mibac e durante la quale è stato fatto un primo rendiconto a 6 mesi dell’inaugurazione di Matera 2019: in totale finora sono stati venduti circa 36mila passaporti.

La campagna di crowdfunding – online sulla piattaforma ‘www.innamoratidellacultura.it – si basa sul concetto napoletano del ‘caffè sospeso’. Ideato dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019, il Passaporto sospeso “viene proposto al pubblico attraverso un piano di donazioni, con importi crescenti da un minimo di 10 ad un massimo di 1000 euro. Le donazioni consentono a chi decide di supportare la campagna di crowdfunding di acquistare uno o più ‘Passaporti sospesi’ ricevendo in cambio interessanti ricompense: si tratta di doni ideati proprio con l’obiettivo di incentivare le raccolta fondi, utili a creare una relazione duratura fra donatore e beneficiario.
Ma affinché tutto ciò accada bisognerà arrivare a diecimila euro di donazioni: in caso contrario “il denaro non verrà prelevato dalle carte di credito dei donatori e non sarà quindi possibile regalare nemmeno un ‘Passaporto sospeso’.

News Correlate