Matera 2019, Verri: ritorno economico straordinario di circa 45 mln

“A meno di un anno dall’avvio di Matera capitale della cultura europea 2019 il ritorno economico è straordinario: su circa 2 milioni di euro investiti per la candidatura, abbiamo avuto un ritorno di circa 45 milioni di euro”. Ad affermarlo Paolo Verri, dg di ‘Matera-Basilicata 2019 Participatory Foundation’, a margine della 1^ edizione del ‘Sustainable Economy Forum’ a San Patrignano, nel Riminese.

“Di solito il rapporto è di 1 a 7 – ha osservato – in questo caso il ritorno è stato di 1 a 20. Adesso il nostro obiettivo non è soltanto quello di avere uno straordinario 2019 ma di allungare la permanenza media: stiamo incrementando il numero di cose da visitare in modo che a Matera si debba stare almeno 3 notti.
Matera – ha sottolineato Verri – è già un brand ombrello che riguarda tutta la Murgia: ha il compito di costruire una rete, di creare un turismo sostenibile nel dialogo tra il cittadino temporaneo e il cittadino permanente. Così da permettere ai turisti di incontrare non solo bellezze del luogo ma soprattutto di parlare con i cittadini e scambiare contenuti.
Quanto al piano per l’anno 2019 – ha aggiunto – siamo al rush finale. Abbiamo già presentato il 60% del programma che è tutto co-creato dal basso. Entro maggio lo chiuderemo e a giugno sarà presentato. Ora manca ancora una sfida infrastrutturale importante che vede da un lato il completamento della quattro corsie con l’Anas che sta lavorando notte e giorno per collegare l’aeroporto con il centro città e un lavoro di ‘scheduling’ ferroviario con le Ferrovie Appulo-Lucane per raddoppiare le navette su ferro dalla stazione centrale di Bari alla stazione centrale di Matera, Infine – ha concluso – abbiamo lanciato il bando per realizzare un nuovo teatro temporaneo alla ‘Cava del Sole'”.

News Correlate