Matera apre le porte aperte a cittadini altre Capitali Cultura

Il 20 ottobre nelle case delle famiglie materane si aggiungerà un posto a tavola per i rappresentanti di una trentina delle Capitali europee della cultura che dal 18 ottobre parteciperanno all’ECoC Family Meeting, raduno annuale delle stesse Capitali.

A renderlo noto la Fondazione Matera-Basilicata 2019, ricordando che “continua il processo di coinvolgimento dei cittadini iniziato già in fase di candidatura: come nel mese di ottobre del 2014, quando il comitato Matera 2019 invitò i materani ad aprire le porte delle loro case per ospitare a pranzo i commissari della giuria di valutazione, la Fondazione oggi chiede alle famiglie di ospitare a pranzo i rappresentanti delle Capitali europee della cultura”.
“Vogliamo cogliere questa opportunità – ha spiegato Rossella Tarantino, manager Sviluppo e relazioni internazionali della Fondazione – per far vivere la città ai nostri ospiti europei non come turisti, ma come cittadini temporanei, proprio come facemmo con la giuria di valutazione. Crediamo, infatti, che l’esperienza di Matera, anche in relazione al coinvolgimento dei cittadini, possa essere di esempio per le capitali europee della cultura. Si tratta di una bella occasione per aprire le porte delle nostre case ai rappresentanti delle altre capitali per scambiarsi informazioni, esperienze, emozioni e conoscere quanto stia avvenendo o è già avvenuto – ha concluso – nel grande circuito delle Capitali Europee della Cultura”.

News Correlate