mercoledì, 26 giugno 2019

Basilicata chiede concessione continuità territoriale

L’assenza di un aeroporto non escluderebbe riduzioni di tariffa

Tariffe agevolate per i passeggeri aerei provenienti dalla Basilicata: è la richiesta che parte dal consiglio regionale lucano ed alla base di un ordine del giorno che impegna il Presidente della Giunta regionale “ad attivare le procedure previste dalla legge n.144/99, ricordate in atti parlamentari ufficiali dal Ministro dei Trasporti, chiamato direttamente a rispondere sulla specifica questione, e non senza aver preventivamente valutato l’intesa e la disponibilità dei presidenti della Puglia e Campania per poter individuare l’aeroporto o gli aeroporti di riferimento dei passeggeri lucani sui quali applicare il regime tariffario agevolato sulla rotta considerata essenziale per lo sviluppo economico e sociale della Basilicata servita dagli aeroporti cosi individuati”. “La riduzione delle tariffe aeree per i lucani – dice il consigliere Pasquale Di Lorenzo – rappresenta una richiesta legittima ed è suffragata da una petizione popolare da me promossa, in atto da mesi, che ha raccolto circa diecimila firme nella sola provincia di Matera con la quale si chiede, appunto, l’estensione dei benefici tariffari aerei e ferroviari per i materani ed i lucani proprio in ottemperanza del principio generale della continuità territoriale”. Di Lorenzo sottolinea che “la nostra regione non ha un aeroporto e che, comunque, non essendo tale prerogativa prevista esplicitamente nelle normative regolamentari comunitarie, non deve considerarsi preclusa a priori la possibilità di considerare gli scali immediatamente prossimi pugliesi e campani come quelli di fatto utilizzati dai lucani destinatari dell’applicazione del principio generale della continuità territoriale. La legge 144/99 dispone che il Ministro dei Trasporti deleghi il Presidente della Regione interessata, su richiesta dello stesso, ad indire un apposita Conferenza di servizi intesa ad individuare le tipologie ed i livelli tariffari, i soggetti che usufruiscono di sconti particolari, il numero di voli, gli orari e la capacità dell’offerta.

News Correlate