mercoledì, 21 agosto 2019

Sila, 250 camperisti presenti al raduno d’autunno

L’incontro ha promosso un turismo naturalistico in Calabria

Sono arrivati da tutte le regioni d’Italia gli 80 camper, con i loro 250 occupanti, per partecipare al “Raduno camperistico d’autunno in Sila” appena conclusosi. La manifestazione è stata organizzata da “Calabria Camper Club Sila”, con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo della Provincia di Cosenza, della Comunità Montana del Savuto e della Comunità Montana della Sila, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’aspetto naturalistico della Sila e della Presila, anche attraverso il piacere di scoprirne la gastronomia a base di funghi, salumi, formaggi nonché le castagne e le patate, tutti apprezzati prodotti tipici del territorio silano. Il concentramento dei partecipanti si è avuto a Piano Lago, nel Comune di Mangone, presso il Centro Congressi della Comunità Montana del Savuto, dove si è svolta la prima serata di accoglienza con i saluti della autorità locali, dell’Assessore Provinciale al Turismo, Rosetta Console, dei Sindaci delle cittadine coinvolte nell’evento e del Presidente di “Calabria Camper Club”, Franco Marano. Il lungo serpentone dei camper si è snodato lungo le strade provinciali della Presila per fare tappa ad Aprigliano, Pietrafitta, Pedace e ha sostato, per tutto il tempo del raduno, a Lorica, ridente centro turistico e perla della Sila a ridosso dello splendido Lago Arvo. Il Presidente della Provincia, Mario Oliverio, e l’Assessore Provinciale al Turismo, Rosetta Console, nel sostenere con entusiasmo manifestazioni come il raduno camperistico d’autunno in Sila, considerandolo evento turistico cui annettono grande importanza, manifestano attenzione massima per questa iniziativa pregnante che porta flussi di visitatori. “Sono queste azioni concrete di promozione che siamo impegnati a consolidare – hanno detto i due amministratori – nell’intento di creare opportunità nuove per fare apprezzare le bellezze naturalistiche della nostra provincia e per stimolare in positivo le attività produttive del territorio a tutto vantaggio dell’economia turistica locale”.

News Correlate