Aurea 2017, Bianchi: progetto che intreccia arte e religione, spiritualità e natura

“L’inaugurazione della borsa per il turismo religioso invita a riflettere sulla ricchezza e la trasversalità dell’offerta turistica del Sud e della Calabria. Questa terra è intessuta di testimonianze di fede e cultura”. Con queste parole Dorina Bianchi, sottosegretario al Turismo, ha commentato l’inaugurazione di Aurea 2017, borsa del turismo religioso che aperto i battenti ieri a Paola, in provincia di Cosenza, presso il Santuario di San Francesco.

“Aurea2017 – ha aggiunto – è un progetto che intreccia arte e religione, spiritualità e natura, per creare opportunità per il turismo e per la nostra economia. Lo dimostrano i 60 buyer arrivati da tutta Europa e scelti da Enit, che sono venuti qui attratti dall’offerta della Calabria e di tutto il territorio del Sud”, conclude il Sottosegretario”.

“La Calabria anche quest’anno sta registrando un incremento delle presenze turistiche. Siamo sulla buona strada – ha affermato Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria – le nostre attività di promozione attraverso incontri mirati a sensibilizzare la stampa internazionale stanno portando risultati concreti. Dal ‘The New York Times’ al ‘The Telegraph’ da ‘Le Monde’ alle classifiche della Mastercard alla Rough Guide, la Calabria è al centro dell’attenzione come mai era avvenuto sinora. Inoltre, abbiamo da poco pubblicato un bando che ha l’obiettivo di migliorare la qualità dell’offerta delle nostre strutture ricettive e dei servizi annessi. Aurea è diventato – ha concluso Oliverio – un appuntamento prestigioso, legato alla città di Paola, proiettato a crescere nel tempo”
I principali appuntamenti di Aurea 2017 si svolgeranno, fino al 30 settembre, presso la sede del Santuario di San Francesco di Paola, in un percorso di ampliamento e sviluppo di aree espositive, momenti di formazione e confronto. Oltre 200 seller tra operatori calabresi e nazionali e 62 buyer internazionali. Bulgaria, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Lituania, Lettonia, Norvegia, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera, Uk, Ungheria, Usa.
Una nuova edizione della Borsa che allarga inoltre il suo raggio di azione ed apre le porte a nuovi segmenti turistici. Non solo religione e natura, dunque, ma anche enogastronomia e cultura dei borghi: tanti aspetti di un’unica offerta ed in una sola manifestazione, coinvolgente e adatta a stringere e coltivare relazioni. Aurea 2017 non sarà più solo una borsa incentrata sul turismo religioso e naturalistico, ma si evolverà con l’obiettivo di diventare progressivamente una vera e propria Fiera del Turismo dando vita al nuovo Polo fieristico del Turismo nel Mezzogiorno. Di qui l’inserimento, accanto al turismo anche di focus sul turismo culturale, enogastronomico, con particolare attenzione alla cultura dei borghi e delle aree protette, confermando come arte e religione, spiritualità e natura, si intreccino in una straordinaria sequenza di opportunità per il turismo. Altra novità di Aurea 2017 è la partecipazione della Regione Sicilia, e di altri progetti riguardanti alcune regioni del Sud Italia, con l’obiettivo di ampliare la portata della manifestazione grazie alla partecipazione di operatori e enti pubblici e privati di altre regioni.

News Correlate