Coppia gay rifiutata da una struttura a Tropea: non si accettano gay e animali

Brutta esperienza per una coppia di turisti gay che, dopo aver prenotato un soggiorno in una guest house di Santa Maria, località turistica nei pressi di Tropea, si sono visti rifiutare l’ospitalità dal titolare della struttura per via del loro orientamento sessuale.

“Non accettiamo né ha scritto loro il proprietario dopo essere stato contattato dai due giovani per avere qualche informazione in più.

La coppia, dopo aver prenotato il soggiorno online, ha contattato il proprietario per chiedere informazioni aggiuntive e il titolare, con un messaggio su whatsapp ha fatto sapere loro che la struttura non accetta “nè gay, ne animali”.

I due giovani, dopo aver cancellato la prenotazione, si è rivolta all’Arcigay di Napoli per rendere pubblica la vicenda paragonandola ai “cartelli nazisti esposti fuori dai negozi: vietato l’ingresso ai cani e agli ebrei”.
“I soldi per l’affitto che io e il mio compagno gli avremmo dato non sarebbero stati uguali a quelli che avrebbe ricevuto da una qualsiasi coppia etero?”, dice uno dei due giovani che ha aggiunto: “non ci sono rimasto male per noi du, ma ho pensato alle ricadute pesantissime che un messaggio del genere avrebbe potuto avere su un ragazzo più giovane, che fatica a riconoscersi, ad accettarsi. O che, semplicemente, è più sensibile riguardo al proprio orientamento. Nessuno deve sentirsi inaccettato”.

News Correlate

  • No Name

    il paese è cambiato… Lo sento nell’acqua, lo sento nella terra, lo avverto nell’aria…una volta gli uomini italiani erano famosi nel mondo per essere dei Casanova.. oggi sono famosi nel mondo per essere dei GAY di successo … dei dolci e Gabbana ..dei gay friendly….