Parco Scolacium, percorso verso riconoscimento Unesco

Continuano le azioni per la candidatura del Parco Scolacium di Roccelletta di Borgia-Catanzaro a sito Patrimonio Unesco. Il Parco di Scolacium offre una Domus (VI°-VII° secolo d.C), il Foro a pianta rettangolare e pavimentazione in mattoni quadrati, il Teatro di età repubblicana, l’Anfiteatro che risale agli albori del secondo secolo, la Necropoli, la Basilica di S. Maria della Roccella e il Museo archeologico, inaugurato nel 2005. 

L’area ospita anche il ‘Museo del Frantoio’ con gli strumenti e le attrezzature per la produzione dell’olio a documentare l’attività olearia della ditta Mazza a partire dal 1934.
Il Parco Archeologico di Scolacium collocato tra Catanzaro Lido e Copanello è l’unica riserva di verde in quell’area della Calabria–Centrale e rappresenta un documento archeologico ed architettonico di primissimo piano perché si è preservato nel tempo e non è mai stato frammentato o investito da speculazioni edilizie bensì è stato per oltre un secolo una vera e propria ‘masseria’ con un unico proprietario.

News Correlate