‘Sibari e la Costa dei tre miti’, presentato il progetto di accessibilità universale

La Calabria ha deciso di candidarsi come prima meta turistica che utilizza l’accessibilità universale, interculturale e interreligiosa come elemento caratterizzante l’offerta turistica.

Il Mibact, infatti, ha riconosciuto la validità del progetto ‘Sibari e la Costa dei tre miti: Italo, Ulisse e Federico. Diritto alla bellezza e al turismo per tutti. Itinerari accessibili, interculturali e interreligiosi’, classificandolo al 2° posto della graduatoria finale e finanziando l’iniziativa che prevede l’aggregazione di 19 comuni: Albidona, Alessandria del Carretto, Amendolara, Canna, Cassano allo Ionio, Castroregio, Civita, Cerchiara di Calabria, Corigliano-Rossano, Francavilla Marittima, Montegiordano, Nocara, Oriolo, Plataci, Rocca Imperiale, Roseto Capo Spulico, San Lorenzo Bellizzi, Villapiana e con capofila il Comune di Trebisacce.

Il progetto mira alla creazione della prima destinazione turistica accessibile che utilizza l’accessibilità universale, il dialogo interreligioso e l’interculturalità, per orientare l’approccio progettuale e materiale nella costruzione dei prodotti turistico-culturali (itinerari) dei suoi servizi.

News Correlate