lunedì, 18 novembre 2019

Valorizzare i sentieri silani seguendo il ‘Cammino di Gioacchino’

‘Il Cammino di Gioacchino’ è il nome del progetto per la valorizzazione del territorio silano promosso dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Calabriando di Catanzaro e la UISP, Unione Italiana Sport Per tutti.

Dopo la 1^ edizione delle ‘Camminate Gioachimite’ lungo i 60 km che dividono l’abbazia di Corazzo da San Giovanni in Fiore, gli organizzatori hanno deciso di tramutare in un progetto l’esperienza dei ‘cammini’. I tal modo il ‘Cammino di Gioacchino’ diventa il progetto di una rete di sentieri di centinaia di chilometri, in prevalenza sull’altopiano della Sila in Calabria, che unisce i luoghi che videro la presenza del famoso abate calabrese e la cittadina di San Giovanni in Fiore, custode dell’Abbazia Florense e delle spoglie dell’abate.

A questo scopo la Asd Calabriando e il Comitato UISP di Catanzaro hanno predisposto una bozza che i rispettivi presidenti, Walter Fratto e Riccardo Elia, hanno sottoposto all’attenzione degli enti e delle realtà locali per evidenziare possibili sinergie e unità di intenti su un percorso condiviso e da costruire, che veda coinvolta l’intera economia del territorio silano nel segno di Gioacchino da Fiore. Nell’occasione è stato presentato il trailer del docufilm ‘il Cammino di Gioacchino’ del regista Eugenio Attanasio, girato la scorsa estate e che parteciperà alla prossima edizione del Trento Film Festival, rassegna internazionale del cinema di montagna.

Il progetto avrà ricadute positive sull’economia locale, sul turismo e sull’attività sportiva all’aria aperta, nel pieno  rispetto delle preesistenze naturali e culturali.

Il progetto intende esaltare le specificità della Sila, le attività e le produzioni tipiche, la gastronomia e la storia, coinvolgendo, quindi, tutti quei ‘camminatori’ che vogliono usufruirne nel rispetto che merita il cuore della Calabria. 

News Correlate