Grandi attese a Capri per Pasqua nonostante terrorismo meteorologico

Sarà una Pasqua felice quella che si appresta a vivere l’isola di Capri nonostante il terrorismo meteorologico di alcuni siti web che ha messo a rischio il risultato atteso per le prossime settimane.

Lo sottolinea il Presidente di Federalberghi Capri, Sergio Gargiulo, anticipando che l’andamento delle prenotazioni sull’isola ha ripreso un ritmo favorevole. Diversi i fattori che concorrono a rendere rosee le aspettative degli operatori turistici.

“La Pasqua alta favorisce la voglia di partire, sia perché le aspettative sono di condizioni atmosferiche favorevoli, sia perché, diversamente dagli altri anni in cui il periodo clou erano i soli giorni di Pasqua e Pasquetta, quest’anno siamo favoriti dal susseguirsi dei due ponti del 25 aprile e del 1° maggio. Sarà quindi inutile fare confronti con le festività pasquali degli ultimi anni, venute a fine marzo. E’ scontato che le variazioni dei numeri degli arrivi saranno positive”.

Gargiulo tiene a sottolineare come a mettere a rischio la tranquillità degli operatori turistici locali e delle altre località campane, sia stato il diffondersi di previsioni nefaste sulle condizioni meteo proprio a Pasqua.

“Il ritmo delle prenotazioni per queste settimane ha avuto un andamento positivo fin dall’inizio per rallentare e praticamente fermarsi quando sono stati diffusi i soliti allarmi da quei siti meteo che ormai delle loro previsioni hanno fatto un business. Si tratta – ha detto – di vero e proprio terrorismo meteorologico, dannoso per le attività di albergatori, operatori turistici e per tutto l’indotto che ruota intorno. Un fenomeno di cui si dovrebbe cominciare a discutere per difendersi. Per fortuna la gente ha imparato a distinguere e soprattutto a non prendere per oro colato tutto quello che legge sul web. Le prenotazioni hanno ripreso il loro andamento ed ora restiamo in fiduciosa attesa degli ospiti della nostra isola”.

News Correlate