domenica, 17 novembre 2019

Pompei punta sul turismo gastronomico e crea il Movimento Turismo del Cioccolato

Pompei non si accontenta del solo turismo archeologico e punta anche a quello gastronomico puntando sul ‘Cibo degli Dei’: il cioccolato. Già nel mese di ottobre, infatti, la città ha ospitato la ‘Festa del Cioccolato’ organizzata dalla Confederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane di Salerno (Claai) e patrocinata dal Comune. In questo modo Pompei è entrata tra le 18 città in Italia che hanno nel calendario annuale di eventi una iniziativa di promozione dell’artigianato cioccolatiero.

Per procedere in questa direzione è stato costituito il ‘Movimento Turismo del Cioccolato’, promosso dal Claai Salerno e nato in concomitanza con l’evento pompeiano. L’organismo si propone come uno strumento per agevolare l’incontro tra i produttori artigianali di cioccolato e il consumatore finale, ma anche per favorire una corretta comunicazione sul prodotto e contribuire ad alimentare una vera ‘Cultura del Cioccolato’.
“Questa – ha spiegato Gianfranco Ferrigno, presidente del Claai Salerno – è la vera sfida del produttore artigianale: comunicare al consumatore la qualità del prodotto, del cioccolato realizzato partendo dai migliori blend di cacao del mondo”.
Attualmente al Movimento del Turismo del Cioccolato hanno aderito 7 realtà, tra consorzi, associazioni di categoria e imprese. Poi sarà la volta delle amministrazioni comunali interessate a catalizzare su di sé i benefici di questo particolare tipo di turismo gastronomico che promette numeri molto interessanti.

News Correlate