domenica, 17 novembre 2019

Ponte 2 giugno da record per Napoli e Campania

Tutto esaurito a Napoli per il ponte del 2 giugno. “Dopo il boom dell’1 maggio, arriva il tutto esaurito del ponte del 2 giugno. Alberghi pieni in tutte le zone della città e camere tutte occupate, fino al 97% (dato Confindustria Napoli) con un +6%  rispetto allo scorso anno per i dati dell’Aeroporto” ad affermarlo Luigi De Magistris, sindaco di Napoli.

“Da 4 anni – ha aggiunto – non si parla più di Napoli per i rifiuti, ma per le sue bellezze e i turisti da tutto il mondo continuano a scoprirla ed a tornare. E questo vuol dire economia che si muove per la città, denaro che entra e nuovi posti di lavoro. Napoli non ha mai conosciuto un’onda in piena di turisti così costante, quotidiana. Napoli e i napoletani ci credono. Non molliamo, dobbiamo fare sempre meglio. Avanti così”.

Il trend positivo per i flussi turistici è confermato dalle rilevazioni dell’osservatorio turistico dell’Abbac che segnala over booking a Capri, Sorrento, Amalfi e Positano. Poche camere vuote a Ischia con dati interessanti a Procida.

A Napoli si registra quasi il tutto esaurito. Secondo l’associazione dei b&b si riduce la media di permanenza degli italiani che è 1,5 , ma si rafforza la presenza di americani, orientali, tedeschi, francesi, inglesi e canadesi.
Primi segnali di ripresa per le aree interne con pernotti confermati nel Sannio, in  Irpinia e nel Casertano. L’occupazione delle stanze a Pozzuoli e nei Campi Flegrei è del 50%.

Sono soprattutto i viaggiatori italiani a garantire un buon trend di prenotazioni anche a Salerno e nel Cilento.
Tiene l’area del Vesuvio, con buone prenotazioni anche a Portici ed Ercolano. Il prezzo medio si aggira oscilla tra gli 80 ai 120 euro a camera doppia nelle località turistiche maggiori, ma si riscontrano prezzi più abbordabili nelle aree interne anche con cifre tra i 40 e i 60 euro a camera.

A Napoli la media è di 70 euro a notte. Ischia e Procida più economiche rispetto a Capri e Costiera Amalfitana che mantengono prezzi medio alti.

“Sono ottimi segnali per una stagione ormai alle porte – ha detto Agostino Ingenito, presidente Abbac e coordinatore regionale Assoturismo – ma è necessario lavorare a un maggior rafforzamento del sistema di accoglienza e di servizi”.

 

News Correlate