Diritti aeroportuali, al via le consultazioni a Bologna e Trieste

Gli aeroporti di Bologna e di Trieste hanno notificato l’apertura della procedura di consultazione degli utenti per la modifica dei diritti aeroportuali da applicarsi nel periodo 2020-2023. Lo rende noto l’Autorità di regolazione dei trasporti (Art).
Società Aeroporto Guglielmo Marconi e Società Aeroporto Friuli Venezia Giulia hanno presentato all’authority il documento di consultazione, che sarà messo a disposizione degli utenti aeroportuali in lingua italiana e inglese. I due scali provvederanno a dare formale comunicazione agli utenti e alle loro associazioni dell’apertura della consultazione, delle modalità di accesso al documento di consultazione che il gestore è tenuto a presentare a supporto della proposta di revisione dei diritti aeroportuali, nonché delle modalità con le quali gli utenti potranno chiedere chiarimenti e precisazioni nel periodo temporale intercorrente tra l’apertura della consultazione e lo svolgimento dell’audizione pubblica. Quest’ultima è stata fissata il 12 settembre per l’aeroporto di Bologna, il 13 settembre per quello di Trieste. Art si riserva, in entrambe i casi, di partecipare.

News Correlate