mercoledì, 18 settembre 2019

Il Grand Hotel Rimini compie 110 anni con una megafesta lungo l’estate

Il Grand Hotel di Rimini, luogo diventato icona grazie ad Amarcord e a Fellini, compie 110 anni e li celebra con una serie di iniziative allargate alla città. Luglio sarà il mese del ‘grande anniversario’, con 2 giornate dedicate al compleanno: giovedì 5, anteprima della Notte Rosa, in abito da sera sulla terrazza saranno rievocati fasti e turismo dell’alta società degli Anni Venti e della Belle Epoque. Dallo stesso giorno sarà visitabile l’esposizione ‘110 anni di storie di viaggi’, percorso nei saloni del Grand Hotel, allestita nella sala ‘Tonino Guerra’.

Il 3 sarà presentato il libro ‘Grand Hotel: Rimini il mito. Dall’Ostenda d’Italia al simbolo dell’hotellerie futura’, curato dalla giornalista Letizia Magnani ed edito da Minerva.
Diversi gli eventi sportivi, con i runner nel centro storico e una pedalata il 31 agosto. Ancora, martedì 26 giugno 10 chef internazionali saranno protagonisti dell’inaugurazione del Gran Buffet Estivo sulla terrazza. Ogni chef cucinerà dal vivo il proprio piatto in dieci postazioni per uno spettacolo visivo e del gusto, con degustazione di prelibatezze.
In calendario anche, il 20 luglio e 24 agosto, un beach party, con dj set, aspettando il tramonto ‘Dal mare alle stelle’, con percorsi gastronomici in riva al mare. Mercoledì 1 agosto, cena sotto le stelle in un’atmosfera romantica e liberty.
“Quando si entra al Grand Hotel di Rimini si percepisce di essere dentro la storia. È molto più di un hotel, è un monumento e un mito – commenta Paola Batani, ceo di Batani Select Hotels – Quando mio babbo Antonio decise di comprarlo, i miei fratelli ed io eravamo con lui, convinti davvero che questo hotel fosse davvero il più bello che potesse esserci. Mio padre diceva sempre che il Grand Hotel è come una bella donna, da conquistare”.
“Chi viene a Rimini – dice il sindaco Andrea Gnassi – fa un viaggio per arrivarci ma, una volta qui, attraversa in cammino luoghi fisici e luoghi dell’anima. Rimini come Ulisse senza particolare fretta di tornare a Itaca a goderci la pensione. E il Grand Hotel è il veliero di un viaggio che non finisce mai”.
“Se siamo primi in Europa, se l’anno scorso oltre 57 milioni di turisti ci hanno scelto come meta di vacanza – sottolinea l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini – lo dobbiamo anche a luoghi come questo che testimoniano la capacità di fare squadra di chi lavora da anni nel settore col sostegno delle istituzioni e l’obiettivo di fare dell’Emilia-Romagna un’esperienza unica in tutti i sensi”.

News Correlate