mercoledì, 20 novembre 2019

Più 4,5% delle presenze: si chiude TTG Incontri

Ricerca sui viaggi on line: gli italiani sognano ma non comprano

29.800 presenze, 4,5% in più rispetto all'edizione precedente, 52 enti del turismo straniero, 63 vettori aerei internazionali, 336 aziende con sede all'estero per un totale di 99 paesi rappresentati, 510 buyer internazionali (+8,5%) provenienti da 50 Paesi (13,5% degli operatori stranieri dagli Stati Uniti, 7,6% dalla Russia e 7,2% dalla Germania), 7 tour operator cinesi e 10 indiani. Chiude con questi numeri l'edizione 2006 del TTG Incontri-TTI, la fiera turistica business to business che si è svolta lo scorso week-end a Rimini Fiera. Durante la rassegna fieristica è stata presentata una indagine dell'European Interactive Advertising Association (EIAA ) sul rapporto tra gli italiani e i viaggi on line: una vacanza che, da quanto risulta, gli italiani sognano ma non comprano. Secondo la ricerca, gli utenti tra i 25 e i 34 hanno maggiore confidenza nel rapporto con le proposte on line. Tra questi il 61% ricerca e consulta abitualmente siti che parlano di viaggi (la media europea è del 54%), mentre il 28% ricercano e consultano siti di vacanze (54% la media europea). Purtroppo quando si tratta di concludere un acquisto on line l'orientamento cambia. La media europea degli intervistati per l'acquisto di biglietti di viaggio sul web è del 60%. La miglior "performance" dei connazionali sotto questo punto di vista è della fascia tra i 25 e i 34 anni con una percentuale del 39%.

News Correlate