Manager in vacanza, presentati i dati al Sia Guest

Hotel 4 stelle, piscina privata e wi-fi, tra le preferenze degli uomini d’affari

Ai manager Italiani piacciono le comodità, e allora le preferenze in vacanza si spostano verso spiaggia privata, parcheggio custodito, collegamento wi-fi in camera e un breakfast generoso. E' quanto emerge da uno studio effettuato da Trademark Italia, su un campione di 1.646 manager appartenenti alla federazione nazionale di manager “Manageritalia”. In base all'indagine, presentata alla Fiera di Rimini in occasione del “Sia”, il Salone internazionale dell'accoglienza, il 39% dei soggiorni viene fissato on line, contro un 34% di manager che telefona personalmente. Il 24% dei dirigenti si rivolge alle agenzie di viaggi, prevalentemente per soggiorni all'estero. L'albergo è la tipologia ricettiva preferita dai manager italiani in vacanza (53,9% delle preferenze), seguito dall'appartamento (di proprietà o in affitto) che raccoglie il 19,6% delle scelte e dal villaggio turistico, che raggiunge una quota del 18,8%. Rispetto alle strutture alberghiere, la maggioranza dei dirigenti d'azienda (45,8%) si orienta verso l'hotel a 4 stelle con servizio di breakfast a buffet. Al secondo posto il trattamento di mezza pensione, indicato dal 44,4% dei dirigenti d'azienda (risposta che comporta la scelta di un hotel con ristorante). In relazione alle dotazioni strutturali degli alberghi, la piscina (59,7%) e la spiaggia privata per le vacanze estive (con il 54,4%) sono esigenze essenziali per oltre la metà del campione, mentre il parcheggio (42,8%) è talmente apprezzato da entrare nei primi 3 elementi di scelta. Infine la presenza di un centro benessere (28,2%) risulta sempre più importante al momento della selezione della struttura ricettiva. Ma i dati non finiscono qui. La Gipieffe, società che opera che nel campo delle ricerche di mercato, ha presentato, per conto della Technogym, i risultati della ricerca “Bisogni e aspettative dei business travellers in Hotel”. Da questi è emerso che i viaggiatori d'affari sono soggetti “attivi” e desiderano mantenere le proprie abitudini anche in viaggio. Per le proprie trasferte di lavoro, quasi un business traveller su due sceglie personalmente l'albergo dove soggiornare. In fase di prenotazione, a parità di prezzo, oltre il 50% sceglierebbe un albergo con centro fitness ed il 60% è disposto a pagare un po' di più per una stanza in una struttura dotata di area wellness.

News Correlate