A Rimini torna Sun con focus sul turismo accessibile

Dall’8 al 10 ottobre Rimini Fiera ospita il 33° SUN, Salone internazionale dell’esterno che in questa edizione si occuperà anche di turismo accessibile.

All’ingresso del SUN, all’interno di Smart Beach, i visitatori si troveranno subito immersi in un allestimento che replica il possibile scenario futuro delle imprese balneari, che dovranno essere sempre più accoglienti e confortevoli per qualsiasi cliente, nonché rispettose dell’ambiente che le circonda.

Per questo ‘Mondo Balneare’, primo portale specializzato in informazione e servizi per gli imprenditori balneari, e Village for all – V4A, marchio di qualità internazionale per l’ospitalità accessibile, hanno chiamato a raccolta le più interessanti aziende produttrici di attrezzature speciali, tecnologie e nuovi brevetti per gli stabilimenti balneari all’avanguardia.

Non poteva mancare il portale nel quale gli stabilimenti balneari si ritagliano una finestra affacciata sulla grande piazza di internet. Da qui, infatti, possono ricevere prenotazioni on-line di ombrelloni, lettini e cabine, realizzarvi una mappa virtuale in cui mostrare la disposizione degli stessi in spiaggia, comunicare servizi e iniziative, indicare la propria posizione su una mappa geografica, arricchendo il tutto con foto e video.

Arrivano le aree gioco con un piede nel futuro, nel segno dell’inclusività e della sostenibilità ambientale, che rispondono a criteri di sicurezza utilizzando tecniche e materiali innovativi. Si tratta di altalene, ponti, scivoli, ecc studiati nel segno dell’ecosostenibilità e, soprattutto, per essere inclusivi, utilizzabili, in pratica, da tutti i bambini, senza distinzione di abilità, affinché il divertimento sia davvero un’esperienza da condividere senza esclusioni.
Anche i lettini da spiaggia si aggiornano: arriva quello dotato di gambe più alte rispetto allo standard, in modo da rendere facile la seduta ad anziani e disabili, e un modello più ampio di quelli comuni, una sorta di ‘matrimoniale’, adatto sia a coppie sia a persone in particolare sovrappeso, compresi i grandi obesi.

“Abbiamo ragionato – spiega Alex Giuzio di Mondo Balneare – sulle esigenze degli imprenditori più attenti alla propria clientela. Una volta colmato il vuoto normativo sulle concessioni demaniali intimorisce gli imprenditori e rende più difficili gli investimenti, il balneare italiano sarà pronto a riprendere la corsa che lo ha reso leader mondiale degli ultimi cento anni”.

“Il turismo accessibile è un’area di mercato che coinvolge oltre il 16% delle famiglie italiane, potenzialmente interessate a ricevere offerte del prodotto “mare accessibile”. È però importante far comprendere agli imprenditori che è necessario lavorare sulla qualità dell’offerta che si propone al mercato, che tocca, inevitabilmente, tutti gli ambiti dell’offerta balneare”, aggiunge Roberto Vitali, presidente Village For All. www.siaguest.it  www.sungiosun.it

News Correlate