martedì, 19 novembre 2019

Piacenza apre al mondo la salita del Pordenone alla Cupola

Dal 4 marzo fino al 10 giugno sarà aperta la “Salita al Pordenone” nella Basilica di Santa Maria di Campagna con la possibilità per i visitatori di osservare da vicino gli affreschi di Giovanni Antonio de’ Sacchis, detto il Pordenone, in tutta la loro bellezza e suggestione. Nella cupola è percorribile una galleria circolare, aperta sull’esterno della città, il cui panorama è così leggibile a 360 gradi. “Santa Maria di Campagna era crocevia di artisti, non esiste centimetro della chiesa che non sia affrescato o coperto da dipinti”, ha detto il presidente del Cda della Banca, Corrado Sforza Fogliani.      “Un’occasione per far conoscere le bellezze di Santa Maria di Campagna – ha definito l’evento Padre Secondo Ballati, guardiano del Convento dei Frati Minori della Basilica – per ammirare opere d’arte, ma anche per sentire l’esperienza spirituale della fede”.
Collegate alla “salita al Pordenone”, sono stati organizzati a Palazzo Galli le mostre Il Genovesino e Piacenza e I nuovi Ghittoni e i disegni della collezione Banca di Piacenza, Inoltre, grazie a una sinergia con la Diocesi, sarà anche possibile abbinare l’evento alla salita alla mostra I misteri della Cattedrale che comprende anche la salita alla cupola del Guercino in Duomo.

News Correlate