venerdì, 15 novembre 2019

Turismo bianco in vetrina con Skipass: Emilia-Romagna e Toscana presentano le vacanze neve

Si apre a Modena ‘Skipass’, la manifestazione fieristica in Italia dedicata alla montagna e agli sport invernali, ospitata nei padiglioni di ModenaFiere da giovedì 31 ottobre a domenica 3 novembre. – Sono 20 le località sciistiche di Emilia-Romagna e Toscana che presentano insieme l’offerta turistica dell’Appennino Tosco Emiliano per la stagione invernale 2019-20

Organizzato da ModenaFiere, Skipass ospita tutto quanto riguarda la neve: località turistiche, resort, brand di articoli sportivi, tour operator, nuove discipline sportive, appuntamenti agonistici. La rassegna organizzata da ModenaFiere e BolognaFiere vede la partecipazione delle due regioni e la partnership con la Federazione Italiana Sport Invernali, BPER banca.
Fra tanti momenti spettacolari, spicca un evento agonistico internazionale: l’unica tappa italiana della FIS Freeski & Snowboard Big Air World Cup, con 140 atleti di snowboard e freeski. Medagliati olimpici, campioni del mondo e vincitori di Coppa del Mondo si sfideranno su un gigantesco trampolino, alto come un palazzo di 15 piani (oltre 46 metri).

Anche quest’anno Emilia-Romagna e Toscana, partecipano insieme con 15 operatori dell’offerta emiliano romagnoli e cinque toscani. La vetrina dell’Appennino Tosco Emiliano è un grande stand di 228 mq (Padiglione A 30), dove l’attività di promozione sarà ininterrotta per i giorni della Fiera, tra degustazioni tipiche, intrattenimenti e coinvolgimento del pubblico a cura di Radio Bruno.

La campagna promozionale dell’Appennino dell’Emilia-Romagna ha anche quest’anno come testimonial Alberto Tomba, il più grande sciatore italiano di tutti i tempi, tre medaglie d’oro alle Olimpiadi, due ai Mondiali, 50 vittorie in Coppa del mondo. Lo slogan è: ‘L’Appennino dell’Emilia-Romagna è come un’immensa palestra a cielo aperto dove rigenerare il corpo e la mente’.
Il primo semestre del 2019 si è chiuso positivamente per alberghi, ristoranti e strutture della montagna emiliano romagnola, con una crescita, rispetto all’anno scorso, del +4,8% degli arrivi e del +9,7% delle presenze. Nei primi sei mesi dell’anno, gli arrivi sono stati 164.500 e 752.500 le presenze.

“Una scommessa vinta – commenta Andrea Corsini, assessore Regionale al Turismo – continueremo a sostenere l’Appennino, nella consapevolezza che rappresenta un patrimonio territoriale capace di dare ancora soddisfazioni a territorio ed operatori”.

A prenotare sono soprattutto italiani (l’86% dei vacanzieri appenninici). Una fetta di mercato evidentemente felice della scelta, visto che la clientela italiana nel primo semestre del 2019 è ulteriormente cresciuta: +6,4% per gli arrivi e +10,6% (616mila) per le presenze. I dati sono dell’Osservatorio Turistico Regionale dell’Emilia-Romagna. In aumento anche gli stranieri che scelgono l’appennino per le loro vacanze sia sulla neve, che nel verde. Le presenze internazionali salgono del 5,8% (136.500), mentre sono in lieve contrazione gli arrivi (-2,9%).

www.aptservizi.com

News Correlate