La regione si prepara alla stagione estiva

Ecco le aspettative degli operatori del settore

I ponti festivi primaverili hanno dato ottimi segnali agli operatori turistici, ma ora quali sono le previsioni per l’estate? “Vista questa stagione anticipata – esordisce Gabriele Bucci, direttore dell’Associazione albergatori di Rimini – il richiamo verso il turismo richiede organizzazione”. Polemica, invece, a Cesenatico con l’amministrazione comunale: “Qui facciamo tutto da soli” accusa il presidente dall’Associazione albergatori locale, Giancarlo Barocci. “Sarebbe necessario un aiuto per la ristrutturazione dei complessi turistici – continua Barocci – prevista dal piano regolatore, ma resta ancora tutto fermo, di questo passo non si farà niente neanche per la prossima estate. Noi non demordiamo, viste le buone prospettive per quest’anno”. Una bella sorpresa per tutta la riviera è l’incremento del turismo straniero, proveniente in particolare dalla Germania. Per questo punto nodale dell’economia a farla da padrone è l’aeroporto di Rimini. “Gli attuali voli provenienti dall’estero – spiega Bucci – hanno un riempimento dell’85%, compresi anche turisti inglesi”. Anche Cesenatico beneficia di questo aspetto, con un accordo che gli permette di comprare voli da inserire in pacchetto completo con i propri alberghi. “Non ci aspettavamo una risposta così grande – continua Barocci – per i turisti tedeschi abbiamo voli che costano 125 euro, andata e ritorno”. Sono previsti anche 200mila arrivi dalla Russia. A Rimini la promozione è fatta di tante iniziative: “Le vacanze specializzate, ad esempio, proposte da molti club – specifica il direttore dell’Associazione albergatori – spaziano su tutti gli ambiti, dalla cultura, allo sport all’enogastronomia”. Si aggiungono gli eventi in centro storico, la catena di locali sulla spiaggia e la linea notturna che parte dal molo e comprende tutti gli street-bar.

News Correlate