Successo per la 14^ Notte Rosa 2019, 2 mln e mezzo di visitatori

Con circa 2 milioni e mezzo di partecipanti si è chiusa la 14^ edizione della Notte Rosa, all’insegna del claim ‘Pink R-Evolution’, che si conferma il ‘Capodanno dell’estate italiana’. Coinvolte le località balneari della Riviera dell’Emilia Romagna e del Pesarese, assieme a città, borghi e castelli dell’entroterra, con un cartellone di oltre 400 eventi, tra concerti, spettacoli musicali e altre iniziative. E sarà superiore a 200 milioni di euro il giro d’affari della tre giorni, secondo l’Osservatorio Turistico dell’Emilia Romagna (realizzato da Unioncamere in collaborazione con Trademark Italia).

La Notte Rosa, con il suo successo, conferma la vocazione ospitale e accogliente di questa terra. Un territorio all’avanguardia nel lanciare nuove tendenze, che valorizza le proprie tradizioni e fa sentire gli ospiti protagonisti della loro vacanza.

Numerosi i big della canzone italiana, e dello spettacolo, che hanno fatto da colonna sonora alla prima serata della Notte Rosa salutata, a mezzanotte, in tutte le località coinvolte, da un grande spettacolo di fuochi artificiali. Si sono esibiti Francesco De Gregori (Rimini), il vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo Mahmood (Bellaria-Igea Marina), la rapper Baby K (Lido delle Nazioni di Comacchio-Fe), Giusy Ferreri (Marina di Ravenna), la Paolo Belli Big Band (Gatteo Mare), l’orchestra Mirko Casadei (San Mauro Mare), “The Kolors” (Misano Adriatico), Gene Gnocchi (Pesaro).

Tra gli eventi previsti tanti appuntamenti suggestivi nei borghi e nei luoghi dell’entroterra coinvolti: dalla Notte Rosa nel Castello di Ferrara allo spettacolo teatrale ‘Dragon, rest your head on the seadbed’, anteprima di Santarcangelo Festival 2019, messo in scena fino a domenica alla piscina olimpionica di San Marino. E Bellaria Igea Marina (Rn), con la “Notte Rosa dei bambini”, ha proposto un programma di eventi dedicati ai più piccoli.

“Quattordici anni fa con la Notte Rosa è cominciata una vera e propria rivoluzione: le persone, le attività economiche, i luoghi e le istituzioni del territorio hanno creato il primo grande evento diffuso dell’estate italiana – ha detto l’assessore Regionale al Turismo Andrea Corsini – In considerazione dell’impatto economico in grado di produrre su tutto il territorio, oggi è il mercato a dirci che la Notte Rosa è diventata a tutti gli effetti il prodotto di punta di un’industria turistica che si chiama Romagna”.

Per il presidente di Visit Romagna Andrea Gnassi “R-evolution era annunciata e rivoluzione è stata per la nuova Notte Rosa: straordinaria, eccezionale, con alberghi, ristoranti e locali sold out per chilometri e chilometri. Abbiamo abbattuto paure e timori con la forza della musica e dello stare assieme: circa due milioni e mezzo di persone, in relazione tra loro, nelle piazze e in spiaggia, prima che connesse attraverso uno smartphone. Del resto – ha concluso Gnassi – quattordici anni di successi non accadono per caso, ma nascono da passione e coraggio. Noi siamo quelli che hanno avuto il coraggio di inventare la Notte Rosa quando tutti demonizzavano la notte e il divertimento notturno, e oggi siamo quelli che hanno scelto di continuare a credere nella reciprocità e nell’apertura: perchè sono i nostri valori, e il rosa li rappresenta perfettamente”.

News Correlate